Tutto quello che c’è da sapere sul bagaglio a mano Ryanair


Tutto quello che c’è da sapere sul bagaglio a mano Ryanair: dimensioni, peso, misure, cosa non portare e le regole per il trasporto dei liquidi. Ma, soprattutto, alcuni utilissimi suggerimenti per recuperare spazio e peso nel vostro bagaglio a mano sui voli Ryanair.
La Ryanair è di sicuro la compagnia aerea low cost più amata grazie alle sue fantastiche promozioni che permettono di acquistare dei voli a prezzi davvero irrisori, soprattutto se si sceglie di viaggiare solo con bagaglio a mano. Ma come fare quando la valigia pesa più del limite massimo o dobbiamo portare con noi dei liquidi? Ecco qualche trucchetto per aggirare gli ostacoli (tutto nei limiti della legalità, ovviamente) nonché un riassunto di come deve essere il vostro bagaglio a mano se volate Ryanair e non volete rischiare di pagare una penale.

Leggi tutto...

Genova: Sconti per il Salone Nautico 2011

Amanti della nautica drizzate le orecchie, perchè ci sono molti sconti per il Salone Nautico 2011 di Genova: non solo promozioni sui trasporti per arrivare in fiera, ma anche riduzioni sull’ingresso a moltissimi siti turistici della città, per rendere il vostro soggiorno a Genova ancora più stimolante tra una giornata di lavoro e l’altra. Perchè va bene essere lì per motivi professionali, ma nulla vieta di approfittare della trasferta per scoprire qualcosa di più del capoluogo ligure, patria di marinai, cuochi e cantautori.


E allora iniziamo subito: scegliendo di arrivare al Salone Nautico 2011 di Genova con Air France/Klm, dal 26 settembre al 14 ottobre, basterà inserire il codice identificativo 14121AF per acquistare online un biglietto con tariffa esclusiva. Touring Club Italiano, invece, offre a tutti i soci uno sconto di 2 euro valido per l’acquisto di un biglietto interno d’ingresso al Salone. Stessa promozione anche per Qui Ticket, che nei carnet di buoni pasto Qui! Group di settembre ha inserito un buono sconto di 2 euro sull’ingresso in fiera.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Top 10 cool hotel in NYC

Top 10 cool hotel in NYC; I 10 hotel più eleganti di New York, oppure i 10 hotel più alla moda, quelli più freschi, non nel senso della frutta e verdura, ma delle novità, i 10 hotel più belli, quelli più all’avanguardia, insomma tradurre cool, to be cool, non è semplice. Oppure si, magari me la cavo con i 10 hotel più fighi, di tendenza di New York.


I giudizi di Tripadvisor; nel seguito la top ten dei 10 hotel più fighi di NYC curata da quelli di globalgrasshopper, con il ranking dei giudizi della community di Tripadvisor (430 hotel recensiti a Manhattan) ed una indicazione sommaria sulla classe di prezzo (lussuoso, nella media, economico), quella di NYC ovviamente.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

KLM voli limitati con un DC-3 Dakota del 1944

KLM, per festeggiare gli 80 anni del volo Amsterdam - Roma, offre una opportunità più unica che rara: volare a bordo di un DC-3 Dakota, ovvero un turboelica d’epoca (classe 1944) proprio come quello della foto qui in alto.


Una occasione, in pratica, per provare cosa significava volare 60 anni fa, esperienza molto diversa da quella dei giorni d’oggi, soppratutto nello spirito. Se a questo aggiungiamo che l’aereo in questione è anche un veterano della Seconda Guerra Mondiale il tutto diventa ancora più suggestivo.

I voli sono previsti dal 24 al 27 settembre: trattasi di mezz’ora di sorvolo di Milano, Venezia o Roma, al costo di 50 euro a persona, con il ricavato che sarà interamente devoluto in beneficenza. Per tutte le info del caso e prenotazioni potete visitare il sito che KLM ha creato per l’occasione, Volaconklmdakota.it. Vi avverto però che i posti stanno andando a ruba!
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Madrid: Semana del la arquitectura dal 3 al 10 ottobre

Per chi si trovasse a Madrid nella settimana dal 3 al 10 ottobre e volesse scoprire la città da un punto di vista diverso, suggeriamo di cogliere una delle proposte della Semana de la Arquitectura. Per otto giorni ci saranno visite guidate tenute da architetti e studenti di architettura.

Il programma si può consultare sul sito dedicato, per tipo di visita. In alto abbiamo infatti una suddivisione in edifici, itinerari, conferenze, mostre e altre attività. In alcuni casi occorre una prenotazione, da fare online o telefonicamente. Non tutti i luoghi sono strettamente turistici, ma forse anche per questo è anche più interessante.


Suggeriamo in particolare gli itinerari del 4, 5, 6, 8 e 9 ottobre lungo il Madrid Río, che permetteranno di camminare lungo il nuovo parco cittadino che si snoda lungo le sponde del fiume Manzanarre.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Monaco Classic Week 2011

Monaco-Classic-Week 2011
Monaco Classic Week 2011: da oggi il mare del Principato di Monaco si accende di colori: sono di giorno quelli del bianco delle vele e delle divise degli equipaggi, di notte quello di migliaia di luci, tutte quelle che rischiarano i velieri d’epoca giunti qui da tutto il mondo per dar vita a questa manifestazione giunta alla sua decima edizione. Rimarranno qui, ancorati al largo, fino al 18 settembre compreso. Tante regate e , a margine, tante iniziative: concerti nelle strade più belle del centro e, c’è da giurarci, diverse eleganti serate di gala a bordo dei velieri o sulle terrazze e nei bistrot che affacciano sul porto. L’atmosfera sarà un po’ quella sfavillante ed effimera della Belle Epoque.


Saranno giorni vissuti all’insegna della tradizione e dell’arte marinaresca, che porterà qui fino alle banchine Sud del Port hercule alcune tra le più belle imbarcazioni antiche esistenti – per la precisione sessanta – restituite al loro antico splendore attraverso accurati restauri. Ai piedi delle loro passerelle, inoltre arriveranno una cinquantina di veicoli storici Classic Lancia Torino to Monaco, che ricorderanno la ricorrenza del centenario del Rallye de Monte-Carlo.

Oltre le regate, sarà bellissima la prestigieuse serata « La Belle Classe » e quella della consegna del Premio alla Personalità del Mare durante la Notte dello Yachting organizzato al Museo Oceanografico di Monaco. Museo che assolutamente vale la pena visitare approfittando dell’occasione. Fu inaugurato nel 1910 dal suo fondatore, il Principe Albert I, ed è dedicato a tutte le scienze del mare, è un capolavoro di architettura monumentale. La sua maestosa e bellisima facciata si staglia a picco sul mare, dominandolo da 85 metri. Per la sua costruzione occorsero undici anni di lavoro e 100.000 tonnellate di pietra della Turbie. Nelle sue sale collezioni di fauna marina, raccolte dal Principe Alberto, numerose specie di animali marini (tra cui una balena di 20 metri), modelli di navi-laboratorio e, nei sotterranei, un grande acquario.
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

la Nuit Blanche di Parigi sabato primo ottobre 2011

La nuit blanche di Parigi 2011
Puntuale come da dieci anni a questa parte, sta per arrivare la Nuit Blanche di Parigi, la Notte Bianca per antonomasia. La notte di sabato primo ottobre, ma i più pignoli potranno dire che sarà già domenica, si accenderanno dunque le luci sulla città con installazioni, concerti, mostre ed eventi culturali di vario tipo. Il rinnovatissimo sito è appena uscito. Potrebbe non essere facile orientarsi data la molte infinita di eventi, ma si può intanto cominciare a ragionare per zone, secondo i quattro percorsi che vengono proposti: Hôtel de Ville, Battignolles-Pigalle, La Nouvelle Athènes Saint-Georges e Montmartre-Anvers, ai quali vanno aggiunti alcuni eventi attorno a Parigi. Da sapere poi che alcune linee della metro, e ad esempio la funicolare di Montmartre, saranno aperti tutta la notte.

Registrandosi sul sito si può creare un proprio itinerario, funzione molto interessante per valutare bene strategie e tempi di percorrenza. Non solo, scaricando l’applicazione per iPhone o Android, il primo ottobre stesso si avranno a disposizione informazioni caricate dagli stessi utenti su eventuali eventi troppo affollati, in modo da poter cambiare programma anche in corsa.
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

lunedì 19 settembre festa della vendemmia a Capri

festa della vendemmia capri 2011
Festa della vendemmia a Capri, l’isola azzurra che accoglie anche estese zone di verde. Verde fatto di orti, giardini profumatissimi e vigne. Così verso fine settembre anche questa splendida terra sospesa nel blu del Mediterraneo celebra la raccolta delle uve e lo fa con una festa che è l’occasione per esaltare i sapori delle ricette tradizionali locali. La festa è organizzata da Èdivino, una casa-ristorante conosciuta per la sua tavola che offre i tipici piatti della cucina caprese. Che in questo periodo si mescolano alla salsa di mosto, per rievocare un’antica usanza isolana. L’appuntamento è per lunedì 19 settembre.Nel ristorantino ricavato dagli spazi di una tipica casa caprese, proprio nel cuore dell’isola, verrà riproposta la vendemmia così come avveniva una volta, con l’atmosfera gioiosa di una vera e proprio festa dell’uva, un rituale che voleva essere anche un saluto di commiato all’estate.


Festa alla quale prendevano parte anche i bambini che giocavano a pressare i grappoli con i piedini nudi. “La serata”, preannunciano gli organizzatori, ”sarà animata da canti attraverso i suoni e le voci di Maurizio e Francesca, una coppia che da anni promuove spettacoli e concerti sviluppati attraverso una lettura contemporanea delle tradizioni popolari ed un’attenta ricerca delle espressioni rituali del bacino del Mediterraneo. Ci saranno inoltre ricche degustazioni e momenti gastronomici all’insegna del buon vino condito di musica della tradizione popolare.

Nel menu della serata figurano una grigliata di tracchiulelle di maiale, le classiche bruschettone di Romano con i sapori freschi dell’orto, pinzimonio di verdure e per finire pasta e patate a mezzanotte. Tra le sorprese della serata, che animerà via Sella orta, ci sarà l’apertura di un provolone di Cremona di ben 50 kg e di un pregiatissimo prosciutto cotto di Praga. E tra calici di vino e buon cibo un tocco di folklore sarà aggiunto dalla presenza di due Pacchiane doc che allieteranno gli ospiti facendo gustare le pietanze tipiche della tradizione locale”
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

Mosca: capsule in legno per dormire in aeroporto

sleep box airport mosca
Bisogna ammettere che vedendo questa scatola per dormire la mente corre subito alle notizie sull’aeroporto olandese di Schiphol, dove un simile gadget farebbe sicuramente la gioia di molti clienti viaggiatori… Ma tornando alla scatola, eccovi la Sleep Box, una originale e futuristica capsula in legno (ma non si esclude che possa essere realizzata anche in plastica o alluminio) pensata come accogliente, sebbene ristretto, angolo appartato ma accogliente dove i passeggeri in transito possono riposare mentre aspettano un volo o mentre smaltiscono la rabbia per un decollo cancellato all’ultimo minuto.


L’interno della scatola ricorda un poco la cabina di una barca, anche se gli oblò non sono tondi ed il soffitto è più alto. All’interno troviamo un letto, una sedia e una piccola scrivania ribaltabile per chi vuole lavorare o giocare col portatile.

Per ora l’unica Sleep Box disponibile - esposta solo come prova - si trova al Sheremetyevo International Airport di Mosca. Entro 5 mesi gli ideatori contano di riuscire a far entrare a regime l’originale sistema di ristoro per viaggiatori esausti, al costo di circa 10 euro per ogni ora di permanenza.

Fonte: travelblog.it
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Slow food Cheese 2011 a Bra dal 16 al 19 settembre

Cheese-2011-Bra-Slow-Food
Per chi ama terminare il pasto in bellezza con un assiette de fromage, l’appuntamento è Cheese 2011 a Bra: Slow Food si mette in mostra con una manifestazione tutta dedicata al mondo del formaggio, con degustazioni, laboratori, conferenze, incontri, attività per i bambini e stand di produttori provenienti da tutto il mondo.


Ora, che in Piemonte si mangi bene nessuno lo nega: ma qui l’autunno è un continuo andirivieni di appuntamenti uno più imperdibile dell’altro, tra sagre, degustazioni, enogastronomia, enologia. Se poi ci si mette di mezzo pure Slow Food, la frittata è fatta: non resta che trasferirsi qui e dedicarsi solo al buon cibo e al buon vino!

‘Cheese, le forme del latte’, questo il titolo dell’edizione 2011, va in scena a Bra da venerdì 16 a lunedì 19 settembre: l’ingresso è libero, basta presentarsi nel centro città e iniziare a gironzolare tra stand, tendoni e banchetti assaggiando il più possibile e facendosi irretire dal meraviglioso mondo dei formaggi.

Gli unici ingressi a pagamento sono quelli alla Gran Sala dei Formaggi e all’Enoteca, ai Laboratori del Gusto, gli Appuntamenti a Tavola e i Master of Food: ovvero tutte occasioni in cui, guidati da esperti e professionisti del settore, potrete provare sulla vostra pelle (anzi sulle vostre papille) esperienze meravigliose, scoprendo cosa si nasconde dietro la produzione di formaggio. Per avere un’idea più chiara di quello che vi aspetta, consultate il programma sul sito di Cheese 2011.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

A novembre l'inaugurazione dell' Armani Hotel di Milano

armani-hotel-milano
E’ fissata per il prossimo 10 novembre l’apertura dell’Armani Hotel di Milano: sa va sans dire che trattandosi del più famoso stilista nostrano, l’albergo non poteva che trovarsi in pieno quadrilatero della moda, per la precisione in via Manzoni 31. Il più fashion degli hotel milanesi – ma che beninteso sarà all’insegna dell’eleganza e del lusso sofisticato come solo re Giorgio sa fare – avrà 95 camere e suite, cioè poco più della metà rispetto all’altro Armani Hotel, costruito a Dubai.


Essendo destinato ad ospitare grandi nomi del jet set internazionale, oltre a uomini d’affari di un certo spessore in viaggio di lavoro a Milano, l’Armani Hotel Milano avrà uno staff internazionale formato da 180 persone: per soggiornare qui, indipendentemente da chi voi siate, dovrete sborsare una cifra considerevole, visto che le camere, già prenotabili online, vanno da un minimo di 500 a un massimo di 11mila euro a notte!
armani-hotel-milano
C’è da dire che Armani è ormai un marchio che garantisce il meglio del meglio: lo stilista ha curato personalmente gli arredi interni, così come aveva già fatto per l’Armani Hotel a Dubai situato all’interno dell’edificio più alto del mondo, il Burj Khalifa. All’interno dell’Armani Hotel Milano ci saranno anche un ristorante di alto livello, l’immancabile Spa e ovviamente un business centre dotato di tutto punto, vista panoramica di Milano inclusa. Nel caso siate interessati, sappiate che potete già prenotare la vostra camera sul sito dell’Armani.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Palio di Asti 2011; informazioni utili

Palio di asti 2011
Il Palio di Asti 2011 sta per aprire i battenti. La manifestazione, una delle più antiche del Piemonte con ben nove secoli di storia, si tiene domenica 18 settembre in piazza Alfieri e, come ogni anno, tutti i contendenti aspirano a vincere il il premio finale, il “drappo” con le insegne di Asti e la raffigurazione del patrono della città, San Secondo. In totale sono 21 i partecipanti, divisi in tre batterie da sette, mentre in finale arrivano nove fantini. Ma a vincere non sarà solo il più bravo: ci vogliono anche fortuna e scaltrezza, per questo è sempre difficile fare pronostici. Il programma però prevede anche altri eventi tra folklore e tradizioni nei giorni precedenti, come l’esibizione degli sbandieratori. Andiamo a scoprire qualcosa in più sul Palio di Asti 2011.

La manifestazione inizia ufficialmente giovedì 15 settembre in piazza San Secondo, alle ore 20, con il palio degli Sbandieratori. Il giorno seguente in piazza Alfieri, dalle ore 13.30 alle 19.30, ci sono le prove della corsa, mentre in piazza San Secondo c’è il mercatino fino a mezzanotte, con oggetti artigianali dedicati al palio. Sabato 17 Settembre continua il mercatino in piazza San Secondo, mentre dalle ore 15.30 in Piazza Alfieri si tengono le prove della vigilia con i cavalli montati “a pelo” (senza sella): l’ingresso è gratuito. Dalle ore 20.30, invece, ogni rione organizza cene propiziatorie per la vittoria, uno degli eventi più caratteristici della manifestazione. La domenica è il giorno del Palio e ci si cala completamente nella festa: tutta la giornata è un crescendo al cardiopalma.


  • ore 10: cerimonia della benedizione del cavallo e del fantino presso le parrocchie cittadine
  • ore 11: esibizione degli sbandieratori dell’A.S.T.A. in piazza San Secondo
  • ore 12: iscrizione ufficiale di fantini e cavalli nel Municipio in piazza San Secondo
  • ore 14.00: avvio del Corteo Storico in piazza Cattedrale, con la partecipazione di milleduecento figuranti in costume. Il corteo è aperto dal Gruppo del Capitano del Palio e rappresenta momenti di vita medievale. Il percorso si snoda tra via Caracciolo, piazza Cairoli, corso Alfieri, via Gobetti, piazza San Secondo, via Garibaldi, via Gardini, per finire in piazza Alfieri.
  • ore 16: corsa con cavalli montati “a pelo”, in tre batterie da sette cavalli
  • ore 17: esibizione degli sbandieratori
  • ore 18: finale con i nove fantini migliori e assegnazione del drappo
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

La tassa di soggiorno sarà introdotta alle Isole Eolie

=isole-eolie
La tassa di soggiorno alle Eolie? Possibile, anzi molto probabile. Il discusso contributo economico a carico dei turisti – che in Italia, è il caso di dirlo, vengono sempre più trattati come polli da spennare – è stato proposto da Mariano Bruno, sindaco di Lipari, la più grande delle sette isole che formano l’arcipelago eoliano, ed è già stata deliberata in giunta comunale. Ora manca solo l’approvazione del consiglio comunale perchè l’imposta diventi realtà.


In soldoni, a seconda del tipo e del livello di struttura ricettiva scelta, ci sarà una quota variabile da pagare che parte da 50 centesimi a notte (per gli hotel a una stella), fino ad arrivare a un massimo di 3 euro per i quattro o cinque stelle. Essendo l’arcipelago delle Eolie una delle località turistiche più amate e frequentate della Sicilia, l’applicazione della tassa di soggiorno potrebbe arricchire le casse comunali, messe a dura prova dai tagli regionali.

Come era già successo in occasione della prima proposta di una tassa di soggiorno nelle città culturali della Penisola, le polemiche e i pareri contrari non sono mancati: gli albergatori delle isole hanno alzato la voce in segno di protesta, così come l’Associazione dei Comuni delle isole minori siciliane, che si dice invece favorevole all’introduzione di una tassa di sbarco. Secondo quanto riportato dall’Ansa, il sindaco di Lipari vorrebbe introdurre anche un ticket di 5 euro per i turisti che sbarcano sulle isole in giornata, senza rimanere per la notte.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Arriva a Milano l’Elephant Parade 2011

elephant_parade milano
Arriva a Milano l’Elephant Parade, sfilata artistica e generosa che dopo aver fatto tappa a Londra, Amsterdam, Rotterdam e Anversa, sbarca in Italia con lo scopo di salvaguardare l’esistenza dell’elefante indiano, specie animale purtroppo a rischio estinzione. Archiviate le mucche, quindi, protagoniste della precedente Cow Parade, ora è il turno degli elefanti: da domani 16 settembre, camminando per Milano potreste imbattervi in un variopinto elefantino. Il rischio è quello di farsi prendere dalla smania di scovarli tutti: non preoccupatevi, succede a tutti, ma ricordate di fotografare l’impresa per convincere amici e parenti scettici del vostro successo.


Questo evento di arte all’aria aperta durerà fino al 15 novembre: oltre 50 statue di cuccioli di elefante a grandezza naturale saranno collocate in diverse location, dal centro storico, al quadrilatero della moda tanto caro ai fashionisti, ma anche all’aeroporto di Malpensa e nella zona della movida sui Navigli.

Ogni elefante è diverso dagli altri: si tratta infatti di vere e proprie opere d’arte, ognuna con la propria personalità. Al termine dell’Elephant Parade, tutti gli elefantini verranno battuti all’asta da Christie’s nel corso di un’abbagliante serata di gala: i soldi raccolti serviranno a finanziare l’Asian Elephant Foundation. Per tenere sotto controllo le location ed essere sicuri di non perdere nemmeno un elefante, tenete monitorato il sito dell’Elephant Parade a Milano.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

17 e 18 settembre c’è la Sagra del Gorgonzola 2011

sagra_del_gorgonzola_2011
Narici aperte e polmoni pronti: il 17 e 18 settembre c’è la Sagra del Gorgonzola 2011! Formaggio amatissimo, da altri odiato, per tutti riconoscibile al primo alito di muffa che si scatena nell’aria non appena questo signore della tavola entra in scena. Quanti di voi sanno che Gorgonzola è un piccolo comune della Lombardia? Proprio qui si celebra e si produce uno dei formaggi erborinati più buoni e rinomati del mondo, dall’imprescindibile profumo di piedi ma con quel gusto che rende speciale un crostino di pane, una semplice pasta, una torta salata, insomma tutto. La XIII Sagra nazionale del Gorgonzola, che rende giustizia a questo capolavoro dell’enogastronomia lombarda, è organizzata in collaborazione con Slow Food: per le vie dell’omonima cittadina ci saranno stand, laboratori, esposizioni, rassegne, angoli degustazione, dimostrazioni della sua lavorazione. Quindi attivatevi subito per avere la Gorgopass.


Ovvero il vostro lasciapassare, a 5,50 euro, per il paradiso dello Zola, come viene affettuosamente chiamato in Lombardia il formaggio con la muffa: per ottenere uno sconto, meglio acquistarla ora sul sito della pro loco di Gorgonzola, organizzatrice della sagra. Che sia cremoso o stagionato, in due giorni troverete gorgonzola dappertutto e sotto qualunque aspetto: se i ristoranti locali organizzano menù ad hoc a base di Zola, anche pasticcerie e gelaterie non sono da meno, proponendo nuove creazioni decisamente…originali.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

incidente nella centrale nucleare francese di Avignone

centrale-nucleare-francia avignone
L’incidente alla centrale nucleare francese del 12 settembre 2011, nei pressi di Avignone e poco distante dall’Italia potrebbe per fortuna non avere conseguenze gravi e al momento sembrerebbe scongiurato il pericolo di fughe radioattive. Come fanno sapere dalla Valle d’Aosta attraverso una nota rilasciata dall’Ufficio di Presidenza: “Non sono state rilevate anomalie nei valori registrati dalle stazioni di rilevamento dei Vigili del Fuoco della Valle d’Aosta e dell’ARPA”. In linea d’area il luogo dell’esplosione della fornace si trova a meno di 300 chilometri dal Belpaese e se dovessero esserci problemi ben più seri lo Stivale ne sarebbe subito colpito. L’evento è avvenuto intorno a mezzogiorno e ha causato un morto e quattro feriti, di cui uno grave.

L’area colpita è quella che si trova nell’impianto di trattamento delle scorie nucleari della Centrado (Centro di trattamento e di condizionamento dei rifiuti di debole attività radioattiva). La struttura è una filiale dell’Edf (Electricité de France), abbastanza vicino al noto sito nucleare di Marcoule, prima centrale costruita in Francia, per produrre ai tempi una bomba atomica locale.

Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Roma: Notte Bianca 2011

Notte-Bianca-2011-Roma
Roma, protagonista di mode e tendenze, bellissima con i suoi monumenti millenari e superba fra strade lastricate e una realtà multietnica che la rende la metropoli della tolleranza e l’integrazione culturale. Eccola che si prepara alla Notte Bianca 2011. La sera in cui i negozi restano aperti e i luoghi simbolo della Città Eterna restano fruibili a turisti e cittadini ben oltre il tramonto, ormai è una realtà ed infatti tutte le altre regioni di Italia ne hanno seguito l’esempio ma è da qui che l’idea è partita. Lunedì 19 settembre, quindi, se amate fare le ore piccole, se siete infaticabili modaioli o semplicemente degli amanti di storia dell’arte e delle lunghe passeggiate serali all’aria aperta, non potete mancare.


Se avete gusti difficili in tema di relax e divertimento, state tranquilli che non rimarrete delusi perchè quello che offre la Capitale tra musei, negozi, locali, ristoranti, cinema, teatri e molto altro ancora, è davvero incredibile. In questi giorni di settembre, inoltre, l’aria è ancora piacevole non fa freschetto ma nemmeno troppo caldo e passeggiare dimenticando i pensieri è quanto di meglio ci vuole dopo una giornata di duro lavoro.

Certo troverete parecchio affollamento ma riuscirete ugualmente ad ammirare la bellezza di Roma. Uno degli appuntamenti sempre molto attesi è l’apertura di Cinecittà, con alcuni dei set più famosi dei film ma anche il Colosseo illuminato fa sempre un certo effetto. Questa volta poi c’è un doppio evento da non dimenticare: i 140 anni di Roma capitale proprio nell’anno in cui si celebra anche il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia. Una festa nella festa, arricchita dalle stradine del centro storico ancora più suggestive ed emozionanti. A Roma ogni zona propone qualche manifestazione differente e a tema, ed è un pò come se ogni quartiere organizzasse una Notte Bianca diversa e del resto trovare un programma adatto a tutti è troppo difficile. In molti si ritrovano in giro tra i luoghi del Risorgimento, altri prendono parte a tour alternativi: il tutto sempre in nome della serata più bella dell’anno.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

La Statua della libertà chiuso per restauro a partire dal prossimo 29 ottobre 2011

statua_della_liberta new york
La Statua della Libertà sarà inaccessibile per almeno un anno: sembra uno scherzo invece è proprio così. Questo già da quasi subito, precisamente a partire dal prossimo 29 ottobre. Se pensate che il decimo anno dagli attentati alle Torri Gemelle abbia affrettato la cosa, vi sbagliate di grosso perchè questa volta il motivo è proprio un altro. Se gli attacchi terroristici non fermano il monumento più noto al modo, ciò che rischia di distruggerlo per sempre è il tempo ed, infatti, è urgente un restauro per il quale non si può proprio più attendere.


A New York tutti gli emigranti arrivati si sono sempre sentiti protetti da questa sorta di mamma gigantesca che abbraccia idealmente chi arriva, in ogni caso non smetterà di tranquillizzare e far sentire a casa chiunque giunge nella Grande Mela ma va solo a rifarsi il profilo. Ha da poco compiuto i 125 anni, un anniversario di tutto rispetto che però fa ben comprendere quanto in un secolo possano essersi modificate le sue fattezze.

Peccato solo per i turisti che stanno programmando un giro nei prossimi dodici mesi, perchè non potrà mostrarsi in pubblico e peggio ancora far salire i visitatori fino in cima alla corona scalando i 354 gradini.. Tuttavia, un modo per vederla comunque c’è: Liberty Island, dove sorge la statua, non verrà chiusa. Un minimo insomma per poter scattare le fotografie. Come è prevedibile la spesa per l’operazione sarà notevole circa 27 milioni di dollari, che serviranno per nuove scale anti-incendio, sistema elettrico, nuove uscite di sicurezza, ascensore e nuovi bagni. Nel frattempo, però è pronto il 9/11 Memorial proprio nel luogo in cui sorgeva il World Trade Centre.
Leggi tutto...

Napoli: Festa di San Gennaro sarà lunedì 19 settembre 2011

festa san gennaro napoli
Ogni anno la Festa di San Gennaro emoziona, stupisce, rende scettici o lascia senza parole. In ogni caso non passa mai inosservata e Napoli si prepara al grande evento. In realtà, non è necessario essere dei grandi credenti per cercare di capire se il miracolo del sangue che proprio in questi giorni passa dallo stato solido a quello liquido, sia reale o meno. L’appuntamento che è ormai una tradizione è previsto per lunedì 19 settembre e in fondo tutta Italia, come sempre, vuole sapere se l’incredibile fenomeno considerato di buon auspicio per l’anno che verrà, si verificherà ancora una volta. Il Santo è il patrono della citta partenopea e l’ampolla che ne conserva il sangue e che i fedeli pregano da secoli, si fa notare dal lontano 305 d.C. Quello, infatti, fu proprio l’anno in cui fu martirizzato con la decapitazione dopo essere stato perseguitato in quanto cristiano. A portare avanti questa serrata lotta fu l’imperatore Diocleziano.


La grande festa che vede in primo piano la stessa ampolla si svolge per tre volte ogni 12 mesi e riguarda, in particolare, settembre, il 16 dicembre e la prima domenica di maggio. Per chi non crede comunque il fatto che il sangue possa non sciogliersi significa comunque sventura, quindi un fatto da scongiurare.

Quest’anno tra l’altro la festa in onore di San Gennaro ha rischiato di non esserci perchè rientrava tra le feste che la manovra finanziaria voleva eliminare. Ancora una volta però le celebrazioni ci saranno e si terranno nel Duomo di Napoli: con l’apertura della cassaforte dove è custodita la teca con le ampolle intorno alle 8.45 e la processione guidata dal Cardinale verso le 9.00. Alle 9:15 si inizierà ad invocare il santo con canti, suppliche e litanie in dialetto napoletano e se tutto procederà per il meglio Castel dell’Ovo verranno sparati 21 colpi di cannone per dare il lieto annuncio alla città.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Le 3 opere da non perdere in Spagna

Guggenheim museum
Siete in Spagna godendo delle temperature ben più fresche di settembre ma sempre perfette per restare all’aria aperta lasciandosi baciare dai raggi del sole. Avete avuto la fortuna di poter prendere delle ferie adesso e avete trovato i voli ben più economici e le città non troppo piene di turisti. In particolare la vostra meta sono i Paesi Baschi dove prenderete parte ad una interessane visita culturale attraverso tre luoghi imperdibili. Scopriamo insieme quli sono:


  • Il Capriccio di Gaudì: si tratta di un’opera dai tratti molto moderni che se osservata bene ha caratteristiche arabeggianti e forme neogotiche. Il tutto con vetrate colorate e ferro battuto. Intorno è interessante la torre cilindrica arricchita da girasoli in ceramica. Oggi vi si trova pure un ristorante. Per avere informazioni dettagliate sulle visite, vi conviene scrivere una mail a:visitas@elcaprichodegaudi.com.
  • Parco nazionale dei Picos de Europa: Vanta una estensione di ben 65.000 ettari che coprendono parte della catena montuosa dei Picos de Europa. Si tratta di una formazione calcarea famosa per la sua altezza in quanto a cime. Se vi incuriosisce saperlo, pensate che la quota più elevata del Parco si trova a 2.648 metri. Si tratta di un posto che vi piacerà molto ed, inoltre, è stato dichiarato Riserva della biosfera Unesco.
  • Guggenheim Museum: si tratta di una installazione di arte contemporanea che fa parte dell’omonima fondazione e ha visto la luce nel 1997. Riguarda nello specifico il progetto generale di rinnovamento della città. Le esposizioni che propone, riguardano quasi completamente opere prodotte nel XX secolo sempre in evoluzione. L’edificio si fa notare immediatamente per la sua architettura curiosa e non di rado è più amato l’esterno che le opere che racchiude all’interno, seppure piuttosto pregevoli. In ogni caso proprio nel suo complesso, il Museo resta una fondamentale attrazione turistica. Gli orari di apertura sono dal martedì alla domenica, mentre gli orari vanno dalle 10 alle 20 e vale davvero la pena farci una puntatina, durante una passeggiata.
Leggi tutto...

Milano, la città più elegante d’Europa

MILANO-MODA-DONNA
La moda fa capo a Milano in Italia ed infatti la città, grazie ai suoi cittadini sempre attenti alle ultime tendenze risulta essere la città più elegante d’Europa. Manca poco alle sfilate ma la classifica che mette in ordine le metropoli più legate allo stile e allo chic non ha dubbi su chi debba conquistare il podio. Stranamente Parigi non fa innamorare tutti e si deve accontentare di un secondo posto e la medaglia di bronzo va a Roma che resta solo la terza, mantenendosi però in posizione alta.


Fanalino di coda, invece Istanbul che dal Vecchio Continente conferma che in quanto ad abbigliamente le sue donne ma anche gli uomini non sembrano essere molto preparati. Tutto questo mentre fervono i preparativi per rendere le passerelle ancora più uniche e per lasciare ricordare dei capi magari meno bizzarri e trasgressivi del solito. Quali saranno i dettami della moda di quest’anno? Lo scopriremo presto.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Venezia, la città preferita dai turisti inglesi

venezia canal grande
Se dovessero chiedervi qual è la città più bella, che cosa rispondereste? Skyscanner.it, sito specializzato nelle offerte voli, rivela in un sondaggio quali sono i luoghi del Belpaese preferiti dai turisti inglesi. Il 28% ha risposto ‘Venezia’, assegnando al capoluogo veneto il primo posto. Le strette calle, i tanti canaletti e la maestosità di Piazza San Marco hanno probabilmente colpito nel segno. Un po’ meno la capitale d’Italia, Roma, che nonostante Colosseo e Fori Imperiali si è dovuta accontentare soltanto del terzo posto e con il 10% di voti in meno, mentre Firenze non si distacca molto da Venezia e guadagna una seconda posizione con il 27% delle preferenze. In quarta posizione si piazza un’altra veneta, la città di Romeo e Giulietta, ovvero Verona, che tiene testa a Milano. Anche se i voli per Milano sono attualmente tra i più ricercati, il capoluogo lombardo è quinto con il 6% delle preferenze. In sesta posizione, ma con parità di preferenze rispetto alla ‘città del biscione’, c’è un’altra città toscana, la piccola e splendida Siena, il cui centro storico è Patrimonio dell’Unesco dal 1995.


Tra le preferenze emergono anche le città del Sud. Napoli, sorpassati i disagi dovuti alla raccolta dei rifiuti, conquista un 5%. Spunta anche la Sicilia con la panoramica Taormina, che ottiene un 2%. I voli per Palermo e per Catania hanno, infatti, una forte richiesta nella ricerca dei voli.

Rispetto agli altri paesi, la percezione delle rispettive capitali è stata diversa. Ad esempio Parigi, riguardo ai risultati per la Francia è al primo posto con una percentuale molto alta, il 42% delle preferenze. Per la Germania, Berlino (24%) è invece percepita come la seconda città preferita, dopo Monaco (26%). Netta la preferenza di Barcellona (43%) per la Spagna, mentre Madrid è al quarto posto con solo il 10%.
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

Viaggio studio a Madrid, nella città che non dorme mai

Corsi di spagnolo a Madrid, nella città che non dorme mai. E non lo farete neanche voi se deciderete che i vostri viaggi studio devono avere determinate caratteristiche. La capitale spagnola è per chi ha voglia di imparare la lingua in una città ricca di storia, di monumenti, di musei, di grandi spazi verdi e di tanto, tanto divertimento.

Di giorno si possono seguire lezioni nelle migliori scuole, di notte la città scoppia di suoni e colori a cui difficilmente saprete resistere. Sarà per questo forse che i corsi spagnolo Madrid sono tra i più gettonati dai giovani (e da quelli che vogliono sentirsi tali). I viaggi studio del resto rappresentano quel momento della vita di ognuno in cui l’esigenza di fare esperienze diverse dal proprio quotidiano, vince su tutto.

Se è vero che viaggiare apre la mente, una città come Madrid saprà riempirvi testa, cuore e polmoni con tutto quello che ha da offrire: trasuda arte, dalle piazze maestose - dove si affacciano altrettanti maestosi palazzi - ai colorati vicoletti dove perdersi tra negozi di souvenir. La bellezza di questa città sta proprio nelle due anime: quella artistica, con i suoi musei, quella divertente dove sembra che il carnevale duri 365 giorni all’anno. Con i corsi spagnolo Madrid si può avere la grandiosa occasione di poter vivere le due facce di una stessa medaglia in un’unica vacanza.

Ecco perché un viaggio studio a Madrid, è una di quelle esperienze che almeno una volta nella vita va fatta: “l’ho vista, l’ho vissuta, l’ho respirata, mi è entrata nel cuore per sempre” è la frase che ricorre più spesso tra quanti hanno avuto modo di visitarla. Ah! Dimenticavo… pensate che a Madrid, sarà impossibile non imparare, ma soprattutto “adorare” lo spagnolo!
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

Il Parco d’Arte Vivente e il Museo Interattivo della Natura di Torino

Parco d’Arte Vivente
Forse non tutti sanno ancora che a Torino c’è un giovane – nel senso di recente - grande parco cittadino dedicato ad arte e natura ed insieme un “Museo Interattivo della Natura”. E’ nato su un’area industriale dismessa di circa 23.000 mq. confinanti con la stazione di Torino Lingotto e con la Strada Olimpica, che collega il centro della città al Villaggio Olimpico e Media realizzato sull’area degli ex Mercati Generali di Torino. Si tratta di un interessante e affascinante mix di bioarchitettura nato dall’uso di energie rinnovabili utilizzate per il recupero. E’ nato così il progetto PAV, il Parco d’Arte Vivente e il “Museo Interattivo della Natura”.


Come istituzione di arte contemporanea, il PAV prevede laboratori da svolgersi sia all’aperto che all’interno delle strutture, con l’obiettivo di ospitare stage sul tema arte-natura e spazi disseminati nel bosco di cinta in cui i visitatori potranno apprendere le tecniche espressive più disparate: dall’arte del movimento all’alchimia biotecnologia. Dunque si tratta di un luogo reale, fisico e tangibile di incontro interdisciplinare tra arte e natura, per rendere partecipe un pubblico più vasto rispetto a quello che generalmente hanno i musei e i centri d’arte contemporanea. Gli interventi degli artisti non sono poi destinati ad esaurirsi con le installazioni già prodotte, ma intendono proseguire nel tempo cercando la collaborazione del pubblico, le cui produzioni saranno ospitate nelle strutture del parco.

Questa realtà torinese è giustamente definita “parco in movimento” in quanto la trasformazione della sua area da industriale a naturale, trasformazione attualmente in via d’ultimazione, si struttura e definisce con le trasformazioni e i cambiamenti del vivente, quelle di piante, animali, persone e attraverso le relazioni che si formano tra loro. Attualmente qui si può visitare la mostra, aperta fino al 25 settembre, intitolata Living works, la prima esposizione in Italia dedicata al controverso artista Eduardo Kac, conosciuto come pioniere dell’Art Biotech e Transgenic art.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Il Festival del prosciutto di Parma: informazioni utili

Il Festival del prosciutto di Parma
Il Festival del prosciutto di Parma è quanto di più interessante e delizioso ci sia. Si tratta del resto di uno dei prodotti d’eccellenza d’Italia e quest’anno è in corso la XIV edizione della kermesse che non ha certo bisogno di presentazioni. Chi saprebbe mai dire di no ad una simile delizia del palato? Allora non c’è niente di meglio che dare una sbirciatina al paradiso degli amanti del panino imbottito, un piatto non certo elaborato ma assolutamente buonissimo.


In occasione di questo atteso appuntamento, i prosciuttifici del parmense aprono al pubblico fino al prossimo 18 settembre, per mostrare meglio come avviene il ciclo di lavorazione senza contare le classiche quanto gradite degustazioni che saranno parte integrante del programma del Festival. In più potrete cogliere l’occasione per conoscere meglio Parma, con la sua offerta turistica in crescita e una filiera di produzione che coinvolge 164 aziende produttrici, 3000 addetti e 5000 allevamenti di suini. Niente male insomma per un luogo non troppo strillato ma non per questo meno ricco di tesori culturali e paesaggistici.

Quali sono i prosciuttifici che stanno prendendo parte al Festival del prosciutto? Si trovano in 13 comuni ma sono facilmente raggiungibili dagli interessati grazie alla presenza di bus navette in partenza da Fiere di Parma. Per potere leggere passo dopo passo cosa è previsto nel corso delle giornate, si può consultare direttamente il sito del Festival del Prosciutto di Parma 2011, dove qualunque vostro dubbio sarà chiarito e non vi resterà che partire per non mancare all’appuntamento. Se avete difficoltà a raggiungere il luogo, poi, sempre sulla pagina web leggerete tutti i consigli ad hoc per non perdervi per strada. L’occasione può essere perfetta per visitare il Museo del prosciutto e dei Salumi di Parma, all’interno dell’antico Foro Boario di Langhirano e per visitare le sue belle e pulite strada in questo periodo in cui non fa ancora freddo ed è piacevole restare all’aria aperta.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Esplorare lo spazio con Eyes on the Solar System

spazio
Che ne dici cara, oggi andiamo a fare un giro su Marte? No, troppo rovente, io preferirei Venere se possibile, comunque ricorda di dire al bambino di smettere di girare su Giove! No, non é una spiritosa discussione di una famiglia del quarto millennio, é quello che ci permesso grazie alla Nasa. Non stiamo certo parlando di veri e propri viaggi nello spazio, questo non ancora, ma il web può aiutarci molto a scoprire questi spazi extraterrestri.


Emozioni che ci vengono riportate direttamente dagli astronauti e altri macchinari in missione nello spazio: è stato messo a disposizione attraverso la rete internet, un nuovo software, in grado di permettere agli internauti più audaci, di avventurarsi virtualmente negli spazi più reconditi della nostra galassia, alla scoperta di pianeti, stelle e buchi neri. “Eyes on the Solar System” è il nome della nuova piattaforma, si tratta di una applicazione messa a disposizione dalla Nasa e scaricabile gratis sul sito.

Di cosa si tratta? Forse una specie di Google Maps nello spazio, ma molto di più, possiamo tranquillamente passeggiare, osservare: rispetto ad altri software che offrono questo tipo di servizio, Eyes On The Solar System non permette soltanto di esplorare la Terra ma consente anche di volare in tutto il sistema e di avvicinarsi ai vari pianeti per cercare di vedere da vicino la nostra splendida Terra, il Sole, le stelle, le comete. Possiamo inoltre ripercorrere in soggettiva una delle missioni realmente effettuate dalla Nasa e caricate sul programma. Il software è ancora in beta, ma chi l’ha già provato parla di una esperienza davvero interessante.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Le prime offerte per capodanno

offerte capodanno
Come recuperare entusiasmo dopo il ritorno al lavoro e la fine delle vacanze? Prenotando un altro viaggio, ovviamente! Questo periodo, in particolare, è ottimo per organizzare il prossimo Capodanno, visto che la disponibilità è ancora ampia e i prezzi convenienti.


Uno dei primi tour operator a promuovere un Capodanno all’estero è CTS, che ha pubblicato in anteprima tre diverse offerte con destinazione Marocco, Cina e Sri Lanka

Si tratta, rispettivamente, di viaggi della durata di 7,9 e 10 notti, con prezzi che partono da 831 euro a persona. In questo prezzo sono inclusi i voli, i trasferimenti, e la sistemazione in hotel ma non le tasse aeroportuali, che vanno da 200 a 300 euro in base alla destinazione.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

11 settembre: per non dimenticare

Giorno di commemorazione non solo per l’America, ma per il mondo intero a dieci anni dall’attacco alle Torri Gemelle. Non importa se si fa strada da tempo l’ipotesi di un complotto, se si mette in dubbio persino la matrice e il movente della tragedia, quel che conta è che centinaia di vittime hanno pagato un prezzo atroce che di sicuro non meritavano. Tutto il globo trattiene il respiro e prima di proseguire con la vita di tutti i giorni, ricorda quanto accaduto mentre le tv ci rimandano le immagini di quel 2001 indimenticabile e dell’attuale cantiere legato alla ricostruzione dell’area. Tutti sanno che intorno stanno sorgendo cascate, piscine e grattacieli a tentare di fermare quell’attimo per sempre. Intanto oggi per l’America è un giorno di grande preoccupazione perchè l’allarme attentati è concreto. I servizi segreti americani cercano di rintracciare tre sospetti terroristi che apparterrebbero ad Al Qaeda e farebbero parte di una cellula che starebbe per colpire ancora. Ma sarà davvero questo il giorno, quando tutto il Paese è in allarme?

Tra i possibili terroristi comunque, due sono di origini arabe ma con cittadinanza americana e sarebbero già negli Usa e l’altro sarebbe invece in Europa. I servizi di intelligence americani hanno intercettato un esponente di Al Qaeda in Pakistan che parlava di piani per un attentato a New York o Washington, proprio nel giorno del ricordo. A New York, come è facile preveere le misure di sicurezza sono massime e i poliziotti fermano e controllano camion e automobili col supporto di cani anti-bomba. Immaginatevi il traffico nella città. Severi controlli pure in tutti i punti di ingresso alla città: dal George Washington Bridge, che unisce il New Jersey a New York, al tunnel che unisce il Queens a Midtown Manhattan, al ponte di Verrazzano e all’Holland tunnel che uniscono Dowtown Manhattan a Brooklyn e a Staten Island.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Video: istruzioni per la sicurezza in volo a ritmo dance


Chi vola spesso difficilmente fa attenzione ai video o alle dimostrazioni sulle procedure di sicurezza, vuoi per noia, vuoi per scaramanzia. Ma sono sicuro che se mai vi troverete su un volo della Cebu Pacific farete un’eccezione e vi farete coinvolgere nella, ehm, danza.
Non ci credete? Beh, date un’occhiata al video qui in alto, e se siete a conoscenza di altri espedienti simili segnalatelo nei commenti!
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

I musei da non perdere a Berlino

Berlino_musei
Berlino piace agli italiani ed è anche relativamente economica, per cui perchè non raggiungerla in tutte le stagioni, meglio ancora se in autunno prima che le temperature diventino troppo rigide? Se avete trovato un volo low cost per il prossimo inverno o, comunque, siete dei grandi amanti dell’arte non fatevi scappare in città alcuni tra i musei più importanti non solo del Paese ma del mondo intero. Partite con Viaggiaree alla scoperta delle otto strutture imperdibili in questo senso:


  • Neues Museum: è dedicato all’arte antica e vi si trovano dei grandi capolavori dell’arte egizia, non ultimo il famosissimo busto di Nefertiti. L’ingresso ha un costo di dieci euro.
  • MauerMuseum: tra le sue stanze racconta attraverso immagini e reperti gli eventi storici e politici che interessarono la città nel periodo della divisione e le varie soluzioni di fuga escogitate. Ecco quindi ad esempio le mongolfiere o i mezzi a motore con nascondigli speciali. L’ingresso ha un costo di 12,50 euro.
  • Il museo di Checkpoint Charlie illustra la storia del muro in un periodo di tempo che parte dal 1963.
  • Fernsehturm: è la torre della televisione, conosciuto punto di riferimento in città, presso Alexanderplatz. Ha una altezza che raggiunge i 368 metri con una vista panoramica incredibile su Berlino. L’ingresso è di 11 euro.
  • Bode-Museum: è dedicato all’arte bizantina con una collezione però anche di sculture del Medioevo e del Settecento. L’ingresso costa 7 euro.
  • Pergamon Museum: è un museo archeologico che prende il nome dall’antica città di Pergamo in Anatolia, oggi Turchia da cui arrivano quasi tutte le opere esposte. L’ingresso costa 12 euro.
  • Alte Nationalgalerie: con opere del XIX secolo, del Romanticismo tedesco e dell’impressionismo francese. L’ingresso è di dieci euro.
  • Topografia del Terrore: mostra open air per documentare la storia della zona dove partiva la politica di sterminio. L’ingresso è libero e vi è conservato un pezzo di muro.
Leggi tutto...

Viaggiare in gravidanza: istruzione per l'uso

viaggiare gravidanza
Le future mamme divengono (comprensibilmente) molto apprensive soprattutto i primi mesi di gravidanza. Come affrontare un eventuale viaggio? E’ possibile fare una vacanza oppure è meglio rimandare? Se la gravidanza é a rischio, sicuramente é da preferire la seconda opzione. Un viaggio con relativo stress potrebbero non giovare alla situazione del nascituro e della neomamma. Ma se la gravidanza procede bene, basta seguire alcune regole di buon senso e partire! La presenza di fattori di rischio, condizioni che aumentano il rischio di patologia e che necessitano pertanto di una premura maggior in certe situazioni è sempre da tener presente.


La maggior parte delle donne possono viaggiare tranquillamente in gravidanza, solitamente escludendo i primi tre mesi, periodo in cui molte donne (non tutte) sopportano nausee mattutine e qualche giramento di testa. Dopo i primi tre mesi generalmente ci si sente meglio. Il fisico comincia ad adattarsi allo stato di gravidanza, finalmente le nausee sono scomparse e si inizia a vivere sempre con più serenità il pancione che cresce. A questo punto é possibile programmare il viaggio, il secondo trimestre (IV, V e VI mese) è pertanto il momento migliore per affrontarlo. Un altro periodo no é sicuramente la fine della gravidanza, negli ultimi due mesi occorre più prudenza, anche perchè non é raro che si possa partorire prima della scadenza dei nove mesi e sicuramente non sarebbe agevole trovarsi in un luogo estraneo.

Se la tua gravidanza è normale e senza problemi puoi tranquillamente prendere un aereo. In ogni caso, meglio parlarne con il dottore o l’ostetrica prima di prenotare il volo. Indipendentemente dalle modalità di viaggio, è utile prendere alcune precauzioni: meglio passeggiare spesso, quasi ogni ora per evitare gonfiore degli arti inferiori, indossare abiti e scarpe comode e mangiare poco e spesso. D’obbligo una visita medica prima della partenza, anche se la nostra gravidanza procede bene e non siamo a rischio.
Leggi tutto...

Lisbona: cucina e tradizioni

lisbona gastronomia cucina e tradizioni
Il nostro viaggio di oggi è a Lisbona una delle città più amate del mondo e non troppo turistica. Tra monumenti e quartieri caratteristici, oltre che locali tradizionali non bisogna dimenticare una gastronomia particolare che l’ha resa nel tempo perfetta per i soggiorni di nicchia ma anche per le vacanze in famiglia. La tradizione tra i fornelli, insomma, è ricca e variegata con pasti generosi e colorati.


Lisbona è bagnata dal fiume Tago ed è affacciata sull’Oceano Atlantico da sempre punto di incontro di diverse culture e sapori, anche se in primo piano c’è ancora il pesce. Tra le prelibatezze della capitale da non perdere, ci sono di sicuro le sardine che rappresentano il piatto principale pure della festa di S. Antonio, il patrono della città, che si svolge come sempre ogni anno a giugno. Le sardine in Portogallo ed, in particolare, nella sua capitale, si possono cucinare in vari modi: fritte o grigliate, accompagnate da insalata o patate o addirittura guarnite e fritte nella salsa di pomodoro. Da provare in loco anche i frutti di mare, pescati ad Ericeira e Cabo da Roca, le triglie rosse, vongole e ostriche di Setúbal, fino al Pesce Sciabola di Sesimbra e le numerose varianti di zuppa di pesce.

lisbona gastronomia cucina e tradizioni culinaria
Il piatto simbolo di Lisbona resta comunque il baccalà che viene preparato in moltissimi modi. Da tenere d’occhio ovviamente Belem che è uno dei quartieri più noti dela città e area in cui si possono assaggiare i Pastéis de Belém: i pasticcini a base di panna cotta e cannella prodotti in numerose pasticcerie della città ma soprattutto all’interno dell’ “Unica e Vera Fabbrica di Pasticcini di Belém”. Intorno alla preparazione, esiste una leggenda la quale riferisce che i i pasticcini di Belém provengono da una ricetta conventuale del vicino Mosteiro dos Jerónimos. La leggenda narra che nel 1820 gli ordini religiosi furono estinti in Portogallo e i lavoratori laici che vivevano in quei luoghi, tra cui i pasticceri, cercarono un posto di lavoro altrove. Il primo pasticcere del convento andò a lavorare in una raffineria di zucchero e di mattina presto produceva in gran segreto questi dolci seguendo scrupolosamente le indicazioni che gli aveva insegnato il frate inventore della ricetta. Attualmente le dosi esatte le conoscono solo tre persone: il primo pasticcere che lavora da 50 anni nella fabbrica e due suoi aiutanti di fiducia. Provate, infine, pure altri piatti come: Carapaus em Escabeche (sugarelli marinati);Petingas (piccole sardine fritte); Pasteis de Bacalhau (Crocchette di baccalà) accompagnate da riso al pomodoro e fagioli.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Cous Cous Fest: a San vito lo capo dal 20 al 25 settembre

cous-cous-fest
Avete voglia di cibi etnici, dal sapore arabo e magari di un buon cous cous? Non temete non dovete per forza superare i confini nazionali ed allontanarvi alla volta del Nord Africa, vi basterà giungere in Sicilia, in particolare a San Vito Lo Capo per gustare una pietanza che raggiunge qui punte d’eccellenza. Ancora di più a settembre, quando è di scena il Festival di tale meravigliosa preparazione.Senza contare che il sole splende sempre alto nel cielo e le temperature sono alte e ci si può concedere qualche bagno rinfrescante. Si perchè tale luogo è davvero paradisiaco tra sabbia bianca e acqua cristallina e in più adesso non troverete la solita ressa estiva che poco vi fa rendere conto di quante meraviglie può offrire, paesaggistiche e culinarie.


Vi sembrerà di trovarvi in un contesto quasi antico da Magna Grecia e se resterete qualche giorno di più, potrete assistere al tanto rinomato Cous Cous Fest. La storia di San Vito Lo Capo è millenaria e da sempre i suoi abitanti sono abituati ad un mix perfetto tra diversi gruppi etnici, sapori e usi per cui qui tutto è speciale, diverso, insolito in una tradizione personalizzata ma perfettamente inserita nel contesto. Il Festival Internazionale dell’integrazione culturale, si terrà dal 20 al 25 settembre e da 14 edizioni richiama sempre moltissimo pubblico.

Questo piatto di sicuro non nato in Italia, qui si veste di molte varianti e richiama chef stranieri molto bravi. Tutte le sere, poi, è previsto il Cous Cous Live Show che propone una serie differente di suoni e tradizioni in particolare dei Paesi Nordafricani. E’ chiaro che però nonostante la stagione estiva in senso stretto sia finita, qui non troverete prezzi più bassi o strutture a perdita d’occhio. E’ proprio in occasione della kermesse è difficile trovare posto e il costo è molto alto ma ne vale comunque sempre la pena.
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

Venezia: Festival del cinema 2011 ecco gli hotel e voli low cost

george clooney e brad pitt
Andare in vacanza e tornare poi a casa con una foto insieme al nostro attore preferito o con l’autografo della diva del momento? C’è tempo ancora per qualche giorno, fino all’10 settembre, per andare a respirare l’atmosfera mondana e luccicante del Festival del Cinema di Venezia. Vedrete sfilare lo star system sul red carpet, potrete essere presenti per la serata della consegna del Leone d’Oro (anche se non in sala perché gli inviti sono introvabili!) e andrete alla scoperta, o alla riscoperta, di una delle città più belle del mondo, dove c’è sempre e comunque, in qualunque momento dell’anno o anche alla centesima visita, qualcosa di bello da ammirare. Perciò cogliete l’occasione di un volo low cost e di un soggiorno last minute e partite!


Ecco qualche suggerimento: a pochi passi dalla Mostra internazionale del Film di Venezia, c’è Villa Albertina, che per le giornate di domenica e lunedì vi propone una camera doppia a soli euro 89 a notte. Fino a sabato l’albergo è al completo ma c’era da aspettarselo vista la vicinanza ai luoghi dell’evento. Il festival sarà oramai archiviato ma forse ci sarà ancora qualcuna delle star, come Al Pacino o Madonna, in giro per le calli della città lagunare. L’Hotel Pantalon, nel sestriere di Dorsoduro, vicino alla bella chiesa dei Frari, ha posto invece fin da venerdì e per l’intero weekend. La doppia, però, costa decisamente di più (euro 200 per la notte di venerdì ed euro 150 per ciascuna delle notti di sabato e domenica). Sono comprese tasse e prima colazione. Trovare una camera libera per il weekend a Venezia, in questi giorni, è comunque un colpo di fortuna.

Disponibilità per sabato e domenica all’Hotel Il nido di Giulietta e Romeo, nel centro della città. Qui la doppia costa 180 euro. Vicino Piazza San Marco, all’Hotel Palazzo Schiavoni, doppia superior a 220 euro per la notte di sabato che diventano 180 per quella di domenica. Qui vicino, alla Casa Nicolò Priuri, pressi simili per la doppia (250 euro per la notte di sabato e 220 per quella di domenica)

Per quanto riguarda il viaggio, il volo diretto Roma-Venezia low cost prenotabile su e-dreams oggi per venerdì, con pochi giorni di anticipo, è Alitalia ed ha la tariffa di euro 132,98 andata e ritorno.
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

MSC Lirica si prepara ad approdare negli Emirati Arabi

MSC Lirica
Ci siamo quasi, una manciata di settimane ancora e il prossimo 14 ottobre gli Emirati Arabi non saranno più una meta così lontana e soprattutto esclusiva, almeno per chi deciderà di prenotare la sua partenza a bordo di Msc Lirica. Quest’ultima che fa capo alla compagnia di navigazione dai grandi numeri Msc Crociere si sposterà, quindi, alla volta del Mar Rosso e dei Paesi di quest’area sempre più amati e frequentati dai turisti. La partenza è da Genova con prima sosta a Napoli, per poi proseguire verso un gioiello del Mediterraneo che è Creta.


Il giro ovviamente è molto più lungo e la navigazione procederà spedita verso Iraklion, capoluogo di un’isola conosciuta per il suo Museo Archeologicoe per la presenza del più grande palazzo minoico, Knosòs. Ecco quindi che i passeggeri vedranno con i loro occhi le meraviglie di Port Said, in Egitto, località situata all’ ingresso del Canale di Suez, passaggio artificiale che unisce l’Europa all’Africa per poi fermarsi ad Aqaba, località ricca di siti archeologici della Giordania.

Come dimenticare la tappa successiva che è rappresentata dall’Oman e lo scalo a Salalah, con le sue bizzarre conformazioni collinari verdeggianti, che diradano verso la costa, tra spiagge di sabbia bianca.Ancora, ecco Muscat con i suoi resti medievali e finalmente Dubai, città ormai simbolo della globalizzazione e del commercio. Finale col botto per Msc Crociere che non poteva non fermarsi nella nuova meta del lusso e dell’eleganza che è Abu Dhabi, terra di riserve petrolifere,moschee e minareti. Il costo base parte da 1175 euro a persona con la tariffa PrimaPremia, incluso volo di ritorno per Milano, escluse quote d’iscrizione e assicurazione obbligatoria. Un viaggio insomma da tenere d’occhio perchè permette di unire cultura e divertimento a buon prezzo, senza contare il lusso e la cortesia che troverete a bordo e che vi faranno desiderare di non tornare più alla classiche noie di tutti i giorni.
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

Genova: Notte Bianca 2011 informazioni utili

Notte bianca genova 2011
Saranno Antonello Venditti, Edoardo Bennato e Ornella Vanoni gli ospiti della Notte Bianca 2011 a Genova e non i Modà come si diceva da tempo. Poco male in fondo perchè in quanto ad artisti gli organizzatori non si sono di certo risparmiati e i fans scatenati del giovanissimo gruppo musicale non avranno il tempo per rimpiangerli. Note d’autore quindi forse pensate per gli adulti più che per i ragazzi, come è anche avvenuto precedentemente. Nella edizione del 2o10, infatti, non sono mancati Dalla & De Gregori, Patty Pravo e Niccolò Fabi. Per chi vuole prendere parte a questo evento così irrinunciabile ormai in tutta Italia, l’appuntamento è per il prossimo 10 settembre e si potrà assistere anche ad altri 60 spettacoli che riguarderanno pure cabaret e artisti di strada. Qual è il programma completo? Andiamo a scoprirlo insieme:


Dalle 19:45 a Palazzo Tursi, si comincerà con un omaggio alle vittime delle Torri Gemelle, in occasione del decimo anniversario dell’attentato. I concerti invece, come è facile immaginare, non inizieranno prima delle 21 con Ornella Vanoni in piazza Baracca, a Sestri Ponente. Alle 22 invece sarà la volta di Antonello Venditti insieme a Gnu Quartet e Federico Sirianni, in piazza della Vittoria.

Alle 23.30, ci sarà, infine, Edoardo Bennato, in piazza De Ferrari, anticipato dai Buio Pesto e dai Ziggy e Secret Journey e non volete andare a letto presto poi potrete spostarvi al Porto Antico. Dalle 22.30, infatti, si alterneranno alla consolle diversi dj, tra cui Joe T. Vannelli. Quest’ultimo è stato ospite della manifestazione pure lo scorso anno. In più ricordate che proprio fino al 10 settembre, potrete partecipare al Festival dell’Acqua 2011, dedicato a questo prezioso bene dell’umanità, ripercorrendone la storia già a partire dall’antichità e fino a giungere all’epoca moderna. Un modo alternativo per comprendere quanto sia importante non sprecarlo mai e quanto sia l’artefice della vita sulla terra.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Roma: arrestato il vandalo della fontana di Trevi e Piazza Navona

Fontana di trevi roma
E’ stato identificato dopo un difficile ma celere lavoro effettuato dai carabinieri della Stazione mobile della Capitale, i quali hanno studiato dettagliatamente le immagini riprese dalle telecamere. In poche ore ecco che tutti possono conoscere il volto di colui che ha attentato alla bellezza di un patrimonio del valore inestimabile di Roma, costituito in particolare dalla Fontana del Moro.

La cosa più incredibile è che il protagonista di questa assurda vicenda è romano e quindi dovrebbe amare ancora di più i monumenti della sua città, invece ha messo avanti la sua vita e la sua necessità a dire no, a problemi personali che gli stavano troppo stretti, non mostrando rispetto per un’opera d’arte irriproducibile e che è un bene dell’intera umanità.

Il fermo è avvenuto in Via dell’Anima e l’uomo non ci ha messo molto per ammettere di aver creato danni non solo a Piazza Navona ma anche alla Fontana di Trevi e chissà, magari se non fosse stato bloccato, avrebbe anche potuto continuare. Fondamentali per il riconoscimento i frame che mostravano la corporatura e le scarpe particolari. In due giorni, quindi, il caso è stato risolto e la città esulta anche se la giustificazione usata per le sue azioni contro i monumenti storici della capitale non ha mostrato un reale peso, ma quasi un capriccio, un atto di insubordinazione grave quanto stupido. Dopo l’arresto, tra un racconto e l’altro, non sempre è apparso lucido ma gli stati confusionali sono stati frequenti segno che probabilmente ha bisogno di aiuto, ma questo saranno le autorità competenti a verificarlo e deciderlo. Fondamentale al fermo la suola bianca delle scarpe da ginnastica e i vestiti che erano gli stessi ripresi dalla telecamera.
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

Udine: Friuli Doc 2011 dal 15 al 18 settembre prossimo

Friuli Doc: vini, vivande, vicende, vedute, la manifestazione dedicata ai prodotti tipici locali che si terrà a Udine dal 15 al 18 settembre prossimo. In occasione dell’evento, il centro storico si trasformerà in una immensa vetrina di delizie a cielo aperto tra cultura, tradizioni tramandate da secoli e, soprattutto, enogastronomia. Grande spazio agli spettacoli a tema con le piazze e le strade animate fino a notte fonda, mentre negli stand e nei chioschi si potranno scoprire bontà friulane. Qualche esempio? Il prosciutto San Daniele noto in tutta la Penisola e anche oltre e di Sauris, il formaggio Montasio, lo speck, il frico, il miele, i vini, le grappe e tantissimi altri prodotti.


Che cosa prevede il programma della rassegna? Non mancheranno in questo senso, degustazioni guidate, mostre, spettacoli, esibizioni di gruppi folcloristici, esposizioni artistiche e produzioni artigianali di grande pregio. In primo piano quindi, stoffe, ceramiche, tessuti, legni lavorati, lavori d’alta oreficeria e gioielleria.Quattro giorni a Udine insomma da gustare al meglio dal punto di vista gastronomico ma anche paesaggistico per scoprire le meraviglie locali. Esplorarne i dintorni anche se solo per poco tempo, vi farà scoprire l’insospettabile meraviglia anche dei territori limitrofi per un vero soggiorno di relax e cultura.

Se poi il vostro interesse è tutto puntato sui cibi potrete assaggiare a Tricesimo dell’ottimo frico, celebre piatto locale di origini antiche a base di formaggio che si prepara con patate, mele o erbe aromatiche. A Palmanova vale la pena fare una sosta per assaggiare le specialità d’oca, come salame, speck, petto affumicato e prosciutto cotto. A Tavagnacco, ancora, poco distante da Udine, la peculiarità è costituita da asparagi bianchi e nelle frazioni di Ribis e Goidia spiccano patate a pasta bianca perfetti per preparare gnocchi e squisite minestre. Se adorate il pesce, infine, fermatevi a Villa Vicentina per scegliere del buon baccalà fresco e genuino.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Finlandia: crociera a bordo di un rompighiaccio

Avete voglia di prenotare un viaggio, ma che sia assolutamente indimenticabile e soprattutto particolare? Le alternative, a dispetto di ciò che sembra in tal senso sono moltissime ma difficilmente vi sarà venuto in mente un soggiorno in Finlandia a bordo di un rompighiaccio. Andiamo a scoprire meglio i particolari di tale vacanza che non si organizza di certo tutti i giorni. Attraverserete il cuore del ghiacciato inverno locale a bordo dello storico Sampo che ormai non svolge più questo ruolo se non a livello turistico e attualmente è in sevizio dal porto di Kemi, vicino al confine settentrionale del Golfo di Bothnia. Si tratta di una diramazione del Mar Baltico lunga 724 chilometri che separa la Svezia dalla Finlandia.


Il periodo migliore per partire va da dicembre ad aprile, mentre se volete qualche informazione in più in merito il consiglio è di collegarvi direttamente al sito www.sampotours.com. Le gite in genere hanno una durata di quattro ore e partono pure di notte, per fornire ai turisti una visione completa dell’incredibile paesaggio. Sulla nave possono salire fino a 150 passeggeri e il passaggio è richiestissimo per cui prenotate con largo anticipo se desiderate provare tale esperienza. Nel corso dell’itinerario il Sampo fornisce tutta l’attrezzatura necessaria per attività alternative come le classiche “nuotate tra i ghiacci”. Il consiglio è chiaro, è quello di portare degli abiti pesanti come giacche impermeabili, cappelli e guanti.Tutto necessario per camminare sul ponte.
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

Partenze di settembre? Le quattro mete perfette

Partenze di settembre? Voglia di un last minute per un luogo dove le temperature siano ideali in questo periodo? Scopriamo insieme quattro mete perfette per vivere una vacanza da sogno, quando tutti sono già tornati al lavoro:


  • Turchia: persino a Istanbul in queste settimane non incontrerete un caldo eccessivo e vi perderete tra le stradine dei mercati per ammirare le sue splendide moschee e la sua architettura affascinante. Se decidete poi di soggiornare sulla costa, potrete contare su un sole caldo ma non eccessivamente. Le spiagge saranno tutte per voi e senza folle di turisti urlanti e potrete davvero regalarvi una tintarella di fine estate ricaricando la spina prima di tornare al lavoro.
  • Australia Sydney: molte ore d’aereo non fermano coloro che vogliono scoprire di più di questa incredibile terra ricca di colore e specie animali particolari. A giugno si è concluso il periodo delle piogge e ora finalmente il sole è sempre alto nel cielo. E’ giunta infatti la primavera australe e soprattutto Sydney ricca di attrazioni e divertimento, è pronta a dare il meglio di sè.
  • Zimbabwe: vi sembra un pò fuori dai percorsi turistici? In effetti lo è ma proprio per questo è ancora più affascinante e unica come meta da visitare. Perfetta come scelta soprattutto se il vostro sogno è quello di optare per un safari alla scoperta degli habitat naturali degli animali più famosi. Fino a ottobre sarà più facile incontrare leoni e zebre, ma anche altre specie che di solito preferiscono cacciare dopo il tramonto quando fa meno caldo.
  • Canarie: in queste isole il sole e le ottime temperature sono assicurate più o meno sempre, ma durante il periodo delle ferie sembra che si diano tutti appuntamento da queste parti. Meglio allora giungere adesso che non manca anche un pò di freschetto. Ottimi giorni quindi pure per le escursioni all’interno.
Leggi tutto...

Merano WineFestival 2011

Sarà una edizione ancora più interessante quella del 2011 del Merano WineFestival che giunge al suo 20°anno di vita ed è sempre dedicata alla scoperta, degustazione e selezione dei migliori vini della zona. L’appuntamento è dal 5 al 7 novembre prossimi e si tratta di una iniziativa che con il tempo è diventata un punto di riferimento per produzioni d’eccellenza provenienti da ogni parte del mondo. Sarà possibile scoprire tutte le etichette più pregiate per un fine settimana dedicato al gusto ma anche all’eleganza nelle sale del Kurhaus, nel centro di Merano. Nella città è da sempre radicata la cultura enologica famosa almeno quanto le sue Terme e anche i produttori più piccoli sono riusciti a crescere moltissimo negli anni raggiungendo standard qualitativi incredibili e ricercati.


Al Merano WineFestival, questa volta, tra gli eventi da tenere d’occhio soprattutto la sezione bio&dinamica, aperta a tutti nella sola giornata di venerdì 04 novembre, dalle ore 10.00 alle 18.00. Un compleanno importante come i venti anni della kermesse, poi, non potevano certo passare inosservati e quindi il 7 novembre, tutti gli appassionati potranno degustare anche i vini d’annata, di almeno 10 anni, conservati nelle migliori cantine del mondo e raramente mostrati al pubblico.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Aer Lingus voli da 45 euro per tratta tutto incluso

Partire spendendo di meno si può già a partire dai voli. Se la regina delle low cost resta Ryanair, fortissimo stanno andando anche altre compagnie aeree a partire dalla poco conosciuta Aer Lingus. Irlandese come la prima fino ad oggi è riuscita nell’impossibile: dimezzare i prezzi senza scendere di qualità in merito ai servizi a bordo. In più per la stagione invernale c’è una sorpresa: sta per lanciare dal prossimo 30 ottobre dieci nuove rotte. Questo senza contare che ben tre interessano l’Italia.


Parliamo soprattutto dei voli bisettimanali da Roma Fiumicino per Belfast, in Irlanda del Nord e per Cork, sulla costa occidentale dell’isola. Le tariffe sono interessanti e partono da 45 euro per tratta tutto incluso. Ancora, un’altra interessante novità è rappresentata dal volo quadrisettimanale da Milano Malpensa per Dublino. La capitale irlandese è collegata a Milano anche da Linate. Per i due voli il prezzo è di 39 euro a tratta.In più vi si può arrivare pure da Bologna, Catania, Napoli, Roma Fiumicino e Venezia. Qualcuna delle tratte comunque è soltanto stagionale.

Con Aer Lingus, poi, si può arrivare pure negli Stati Uniti con tariffe particolari. A New York e Boston con prezzi a partire da 249 euro a tratta e a Chicago, Orlando e Washington anche con coincidenze partendo da Roma, Milano e Venezia via Dublino.Insomma sembra che in Irlanda specializzarsi nei viaggi low cost stia diventando una moda, piacevole per i passeggeri che possono così provare una alternativa ai ben giù costosi collegamenti con le compagnie i bandiera, almeno quando non sono presenti promozioni particolari. Oggi tutti vogliono partiee ma in tempi di crisi economica, purtroppo rappresenta un lusso che sempre meno ci si può concedere.
Leggi tutto...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
MS 2011. Powered by Blogger.