Alle 03.00 di domenica entra in vigore l'ora solare

L’ora solare 2011 in Italia scatta a ottobre: per la precisione, nella notte tra sabato 29 e domenica 30, alle 3 per voler essere integerrimi, dovremo tirare indietro di un’ora le lancette dell’orologio, dando ufficialmente il benvenuto all’orario invernale in tutta Italia. Lo so, non è mai bello: è vero che parliamo di un’ora soltanto, per di più di notte e durante il week end. Ma 60 minuti di differenza hanno parecchi effetti: ci si sveglia col buio e la sera arriva prima. Eppure l’ora solare ci serve, perchè significa ritornare all’orario normale dopo mesi passati con l’ora legale, che solitamente viene introdotta a fine marzo: per viaggiare informati occorre tener sotto controllo le date esatte, per non ritrovarsi come allocchi davanti a un treno già partito o a un aereo perso.


Per evitarvi disguidi, vi diciamo noi le date di ottobre dell’ora solare 2011 in Italia e vi preannunciamo già quando verrà introdotta l’ora legale 2012 e negli anni a venire. Come già detto, l’ora solare 2011 in Italia (e in tutti i Paesi che hanno lo stesso fuso orario e adottano l’ora legale) scatterà nella notte tra il 29 e il 30 ottobre. Si dormirà quindi un’ora in più, risparmiando un po’ di tempo.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Istanbul a novembre: le offerte di Tui

Last minute di TUI per 2 notti e 3 giorni ad Istanbul, comprensivo di volo in classe economica, soggiorno e prima colazione, trasferimento da e per l’aeroporto, assistenza in loco di personale che parla italiano e tasse aeroportuali. Si parte da Bergamo e da Roma Fiumicino il 2,3 e 4 novembre.


302 euro, e si dorme al Grand ahir Hotel, un 3 stelle nel centro storico (a 15 minuti a piedi dalla moschea di Solimano, 30 dalla moschea Blu), che gli utenti di Tripadvisor valutano 455/718 ad Istanbul. Camere tutte dotate di bagno, telefono diretto, collegamento ad internet, TV via satellite, minibar ed asciugacapelli.

320 euro, e si dorme all’Antik Hotel, un 4 stelle, anche questo nel centro della città (vicino a l mercato delle spezie e al Palazzo Topkapi), che gli utenti di Trip valutano 269/718 ad Istanbul. Camere tutte dotate di bagno, telefono diretto, mini bar, cassetta di sicurezza, aria condizionata ed asciugacapelli.

347 euro, e si dorme al Eresin Taxim Hotel, una 4 stelle della catena Best Western, sempre in centro, vicino al Museo delle Arti e alla Mosche Ortakoy, che gli utenti di Trip valutano 271/718 ad Istanbul. Camere con servizi privati, aria condizionata centralizzata, telefono, TV satellitare, asciugacapelli, connessione wireless ad Internet.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

La cucina Indiana

Colori e sapori incredibili e soprattutto spezie, così ben mixate da creare gustose pietanze imitate in tutto il mondo. La cucina indiana in particolare quella del nord è semplicemente squisita anche se ogni regione mostra delle peculiarità differenti. Da provare assolutamente, ad esempio, i curry, tipici piatti in umido speziati e ricchi ad esempio di curcuma, cumino, tamarindo, cardamomo e zafferano. Il riso accompagna ogni pasto e ne esistono tante varietà come quello dell’Assam di consistenza viscosa. Tipico è anche il khichdi con riso e lenticchie ma fra i piatti persino il frumento non manca mai.


Con questo ingrediente si prepara il roti e il chapati, il famoso pane rotondo non lievitato e cotto su una piastra calda detta tawa. Di solito si consuma al naturale e con burro ghee, burro chiaro o olio. Con il frumento si cucina anche il puri, una pasta che si frigge fino a gonfiarsi e a diventare croccante. C’è poi la versione con lenticchie e mais detta kachori e quella con formaggio non fermentato, detto paneer. Indispensabili i dhal, legumi e lenticchie di 60 specie differenti tra cui le canna, le mung e le massor. La carne è quella di capra, perchè l’induismo vieta quella bovina, ma anche di agnello e pollo.

Chi vola in Assam scoprirà che qui vanno forte pure le verdure e pesce di fiume. Apprezzatissime patate e melanzane. Famosi ovunque poi i condimenti e le salse, sia dolci che salate. C’è la raita con yogurt leggermente piccante con cetriolo, carote e ananas a dadini. Perfetto il lassi sempre a base di yogurt. Tra i dolci, invece, è gettonatissimo il kheer, un budino di riso aromatizzato con spezie e frutta secca. Buone pure i rasgulla, palline di formaggio dolce aromatizzato all’acqua di rose. Il pasto indiano di solito termina con il paan, un preparato di noce di betel, pasta di lime, spezie e vari condimenti.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Easyjet nuovo volo Venezia-Lisbona

Lisbona sarà la 23° base europea di EasyJet, la low-cost britannica acerrima concorrente della Ryanair, a partire dalla metà di aprile 2012. La notizia ci piace perchè con la nuova base arriva anche un nuova rotta per l’Italia.


Venezia, sarà collegata con la capitale portoghese a partire dal 19 aprile del prossimo anno, 3 volte la settimana (lunedì, mercoledì, venerdì). Una buona notizia, visto che non sono poi così tanti i voli diretti dall’Italia per Lisbona. Gli altri collegamenti sono infatti operati dalla portoghese TAP (Roma, Milano e Bologna) e dalla stessa Easy (Milano e Roma).
Leggi tutto...

Olanda: Coffee shop rischiano di chiudere?

L’Olanda vorrebbe inserire la marijuana tra le droghe pesanti, andando a far compagnia a cocaina ed ecstasy. La proposta del governo olandese viene giustificata dal fatto che l’attuale marijuana avrebbe un contenuto di THC troppo elevato, superiore rispetto a quello di qualche anno fa, e quindi risulterebbe più dannosa per la salute. Se l’erba dovesse venire vietata, i coffee shop di tutto il paese, non solo ad Amsterdam, si ritroverebbero a rischio chiusura, perché si vedrebbero tagliata la loro principale fonte di reddito. I proprietari dei coffee shop, ovviamente, non sono d’accordo con l’iniziativa e affermano che non bisogna criminalizzare la marijuana , perché in questo modo si potrebbe creare un mercato parallelo e illegale, con la vendita di prodotti non controllati e quindi ancora più a rischio per i consumatori.


Molti confidano nel fatto che il piano sia di difficile attuazione. Non è la prima volta che in Olanda si scatena un dibattito del genere: negli ultimi anni sono state fatte diverse proposte per rivedere la legge sulle droghe leggere e sul loro consumo.

Qualche mese fa era uscita la notizia che i coffee shop sarebbero stati vietati agli stranieri. Il governo olandese vorrebbe introdurre una sorta di permesso per l’erba (weed pass) per scoraggiare il turismo della droga, che richiama turisti, soprattutto giovani, da tutta Europa. Per il momento, soltanto alcune cittadine vicino ai confini con Germania e Belgio hanno introdotto delle restrizioni: ad esempio a Maastricht, famosa per il Trattato sull’Unione Europea, possono comprare marijuana solamente i cittadini olandesi, belgi e tedeschi, tutte le altre nazionalità sono escluse. In realtà, la soluzione sembra abbastanza semplice: i coffee shop miglioreranno il controllo della qualità, magari diminuendo la percentuale di THC, e i consumatori si metteranno a fumare erba più leggera.
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

Cervinia: impianti sciistici aperta da domani 29 ottobre 2011

L’apertura degli impianti a Cervinia è prevista per sabato 29 ottobre. Inizia così la stagione sciistica 2011-2012 in una delle località più note e più belle dell’intero arco alpino, tra Valtournenche e Zermatt. I gatti delle nevi sono già al lavoro per battere le piste da sci del Cervino e preparare al meglio le vacanze in montagna di migliaia di appassionati. Soprattutto sciatori e snowboarder che sul ghiacciaio di Plateau Rosà, una delle cime più alte della Valle d’Aosta, potranno dedicarsi alle prime discede della stagione: qui infatti la neve supera il metro di altezza. Gli impianti di risalita aperti sono: la seggiovia Furgsattel, lo skilift Plateau Rosà I e II , lo snowpark e la funivia del Piccolo Cervino.


Entra in funzione anche la nuova e comoda funivia che da Cime Bianche Laghi (2.816 metri) sale a Plateau Rosà (3.480 metri): una funivia dal design avveniristico e con maxi vetrate, studiate appositamente per garantire durante il trasporto una splendida vista, che arriva alla velocità di 12 metri al secondo e alla portata di 1450 persone all’ora.

Per quanto riguarda gli ski pass, sono applicate le tariffe pre-ski con il giornaliero internazionale a 48 euro, senior a 39 euro e junior a 34 euro, mentre per i bambini sotto gli otto anni lo ski pass è gratuito.
La chiusura degli impianti a Cervinia è prevista per domenica 6 maggio 2012. Nelle altre principali stazioni della Valle d’Aosta (Courmayeur, La Thuile, Monterosaski e Pila) gli impianti apriranno tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre. Per ulteriori informazioni potete consultare la nostra guida su Cervinia, dove si parla di hotel, vita notturna, ristoranti e, ovviamente, di neve.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Un Natale diverso dagli altri alle Seychelles

Un Natale diverso dagli altri, per il quale serve qualche risparmio in più è vero ma di certo indimenticabile, soprattutto se la meta prescelta è davvero un paradiso per pochi e risponde al nome di Seychelles. Non un resort qualunque però, ma addirittura tutta un’isola a disposizione per un relax totale e magari per un viaggio romantico. L’eco-rifugio di lusso non dimentica di coccolare i suoi ospiti anche in occasione delle festività natalizie tra l’altro proponendovi oltre a qualche trattamento benessere a base di ingredienti naturali e di stagione anche una suggestiva cena sulla spiaggia a lume di candela.


Se sentite la mancanza dell’atmosfera della festa, non temete che anche in un paradiso tropicale arriva il 25 dicembre e tra le mille sorprese presenti, troverete pure il classico albero di Natale da addobbare con palline e luci colorate. Un punto di mondo che fa capolino dall’ Oceano Indiano in occasione della fine dell’anno regala ancora altre esperienze uniche oltre a quelle già proposte durante tutto il resto dell’anno. Se con voi ci sono anche dei bimbi, potranno divertirsi ad abbrustolire “marshmallows” sul fuoco oppure salire in cima al Mount Signal e al loro ritorno ecco che non mancherà Babbo Natale con i suoi doni per tutti.

Che importa se il paesaggio che avete immaginato è sempre freddo e con la neve? Qui invece fa caldo e volano le gazze-pettirosso, l’uccellino raro e protetto che è divenuto il simbolo delle Seychelles. Un Natale speciale insomma da vivere finalmente all’aria aperta a diretto contatto con il mare magari ballando a piedi nudi sulla sabbia, sotto le stelle, fino all’alba come rito propiziatorio per i mesi successivi. Il Frégate Island Private si trova a 20 minuti di volo da Mahé, l’isola principale delle Seychelles tra 16 ville di lusso e la massima privacy per non smettere mai di sognare.
Leggi tutto...

A Berna per i mercatini natalizi

Berna, capitale della Svizzera, è solo la quinta città della Confederazione Elvetica per numero di abitanti. Sarà forse questo uno dei motivi che le hanno permesso di conservare pressoché intatto il suo spendido centro storico premiato con l’onore di appartenere alla Worl Heritage List dell’Unesco, ossia del patrimonio mondiale dell’umanità. Non solo ciò che è stato realizzato dalla mano dell’uomo ma anche la natura e i paesaggi che connotano il territorio sono di grande bellezza: la città è bagnata dalle acque del fiume Aare e sovrastata dalle Alpi. Non solo: la città è anche una delle più attive dal punto di vista culturale e dal punto di vista artistico tra quelle svizzere. Il che ne fa un’ottima meta di vacanza, magari per il periodo di Natale, per persone praticamente di tutte le età. Anche i più giovani, infatti, non rimaranno delusi dalla vita notturna che si conduce tra i localini del suo centro storico, tra portici, palazzi, statue e fontane antichissime…


Del resto Berna ha dato i natali ad artisti del calibro di Paul Klee. L’omonimo museo, il Centro Paul Klee (Zentrum Paul Klee) è stato progettato da un architetto italiano, il celebre Renzo Piano. E per quanto riguarda musei e gallerie d’arte, in città c’è solo l’imbarazzo della scelta. Il vantaggio è che la città, non essendo grande, può essere visitata anche nello spazio di un weekend, il che non guasta considerato che i suoi alberghi sono molto belli ma purtroppo anche molto costosi!

Se sono i mercatini di Natale che vi interessano, nella città vecchia ce ne sono due piuttosto grandi a distanza di una decina di minuti di cammino l’uno dall’altro, entrambi in luoghi molto belli: uno nella Waisenhausplatz e l’altro proprio davanti alla cattedrale Munster. In entrambe ci sono una cinquantina di casette di legno che espongono oggetti d’artigianato, fiori secchi, decorazioni natalizie, tessuti artigianali, giocattoli in legno, ceramiche, candele e oggetti d’antiquariato. C’è anche cibo: croccante, panpepato, caldarroste, salcicce alla griglia, vino e mosto brulè. Una particolarità del mercatino è la Packlihaus (la casa dei doni) dove è possibile impacchettare e decorare i doni comperati. Ci sono anche tanti orsi di peluche dal momento che proprio l’orso è il simbolo della città: non dimentichiamo infatti che proprio questo animale campeggia sullo stemma comunale di Berna.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Posti alquanto insoliti: la chiesa di Katskhi Pillar

Trovare una chiesa costruita sulla cima di una altissima colonna di roccia non è cosa di tutti i giorni e fa anche sorgere qualche dubbio sulla sanità mentale di chi ha faticato tanto per realizzarla. Quella di Katskhi Pillar è probabilmente la chiesa più alta e scomoda del mondo, dato che si trova sulla sommità di uno sperone alto 40 metri, dove un tempo sorgeva un tempio pagano.


Dalle pianure della Georgia si innalza questo strano risultato della geologia e dell’inventiva umana: l’edificio sacro fu costruito nel settimo secolo e utilizzato dagli eremiti che lassù si trovavano evidentemente a loro agio.
L’accesso alla chiesa, trattandosi di luogo di culto ortodosso, è vietato alle donne, mentre gli uomini si devono sobbarcare una scalata bestiale utilizzando una precaria scala di ferro. Tenetelo a mente se vi viene voglia di visitarla…
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Le più belle isole dei caraibi

Condé Nast Traveler ha pubblicato le più belle isole dei caraibi del 2011. Una super top ten, suddivisa in diverse categorie, selezionate da oltre 28mila lettori-viaggiatori di Condé Nast Traveler e classificata sulla base di più di 8milioni di voti; di fatto uno dei sondaggi più attendibili pubblicato sul web. Nel seguito la classifica delle 10 più belle isole dei Caraibi.





www.edreams.it Prenota il tuo Volo Trawel Fly su eDreams e Risparmia fino al 75% !

    2° St John, nelle Isole Vergini Americane, territorio non incorporato degli USA. Dell’arcipelago da parte l’altrettanto bellaSt Thomas. Foto F H Mira.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Mercatini di Natale a Roma dal 10 al 13 dicembre

Il Natale a noi di Viaggiaree piace molto e per questo motivo, anche se manca ancora un pò di tempo, ci piace ricordare che non ci vorrà poi molto per cominciare a vedere le nostre città addobbate a festa, tra luci colorate, canti a tema che si ascoltano all’interno dei negozi e, soprattutto, mercatini natalizi dove scegliere o semplicemente osservare prodotti di pregevole fattura e ottenuti dopo un sapiente lavoro artigianale. Uno degli appuntamenti più attesi a tal proposito è l’evento a tema che sarà organizzato a Roma dal 10 al 13 dicembre dall’Ass. Cult. Genti e Paesi e l’Assessorato alle Politiche Sociali Municipio Roma II, negli spazi di Viale dello Stadio Flaminio.


Il Mercatino di Natale di Roma con il Cuore, sarà visitabile dalle ore 10 alle ore 21, con bancarelle ispirate a tipici chalets nordici e al loro interno si potrà oltre che comprare anche degustare qualunque specialità gastronomica per la tavola di Natale, prodotti tipici regionali e del commercio equo e solidale. Non mancheranno piccoli manufatti e anche fiori, musica, libri e abbigliamento. Un pò di tutto insomma per aiutarvi a scegliere i doni per i vostri cari, gli stessi che sistemerete sotto l’albero per scartarli la notte del 24 dicembre.

L’atmosfera tipica del Natale potrete trovarla in particolare la sera, con le luci soffuse fra le 150 bancarelle che metteranno ancora più in risalto i prodotti venduti. Se il freddo pungente si farà sentire, poi, potrete anche assaggiare un buon bicchiere di vin brulé o gustare delle ottime caldarroste o, ancora, una fumante tazza di cioccolata calda mentre i vostri bambini si divertiranno con l’animazione per i piccoli pensata proprio per loro. Il Mercatino di Natale è molto legato alle tradizione del Nord, in un contesto forse leggermente meno freddo ma con il medesimo fascino e non vi annoierete di certo di fronte a prodotti nuovi e scintillanti pensati per rendere questo periodo ancora più bello.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Roma bloccata dal nubrifragio

Non esistono più le mezze stagioni direbbero gli esperti, ma saranno i cambiamenti climatici in corso da tempo o, semplicemente, una manifestazione della natura che appare del tutto esagerata di fronte ad un autunno mite e dalle temperature quasi estive, il risultato non cambia. Ora la colonnina di mercurio sta scendendo sensibilmente e nel frattempo la pioggia molto forte non abbandona soprattutto la Capitale. Dopo ore di precipitazioni intense, questa mattina Roma si è svegliata del tutto allagata e i disagi in città non si contano. Moltissimi sono rimasti a casa intanto, anche perchè sono chiusi tratti della metro sia A che B e le linee degli autobus sono deviate. La circolazione è difficile e tante strade sono dei veri e propri fiumi in piena persino pericolosi, tanto da lasciare senza parole coloro che si trovano a passare. Sembra quasi di essere in un luogo lontano dall’Italia, invece, è proprio il Belpaese che non è abituato a fenomeno straordinari e va in tilt subito.

Tombini che esplodono sono all’ordine del secondo, mentre nuvoloni neri lasciano pensare che per l’intera giornata neppure un raggio di sole riuscirà a filtrare. Il maltempo, inoltre, ha provocato nel servizio della tratta urbana della ferrovia Roma-Viterbo dei forti rallentamenti e la stazione Euclide è chiusa per allagamento. A piazza di Porta Capena proprio un tombino ha causato un elevato innalzamento dell’acqua e tra a piazza e via delle Terme di Caracalla ha raggiunto l’altezza del parafanghi delle auto, che sono rimaste bloccate in mezzo alla carreggiata. Situazione non troppo diversa, poi, in via dei Cerchi, la strada che costeggia il Circo Massimo con la stazione bloccata e con un disagio enorme per autobus e mezzi privati fermi da ore. Se degli automobilisti hanno tentato di uscire dall’invaso d’acqua procedendo contromano da Circo Massimo in direzione di Caracalla, questo non ha fatto altro che peggiorare la situazione traffico e i problemi interessano pure chi è a piedi.

L’Agenzia per la mobilità, intanto, ha fatto sapere che nell’intero settore nord-ovest della Capitale (Cassia, Flaminia, Trionfale, Salaria) il traffico dei mezzi pubblici è rallentato, mentre nella parte sud ci sono tratti chiusi per via di una tubatura rotta. Sulla linea B, non funziona il tratto tra Garbatella e Rebibbia ed è stato attivato il servizio sostitutivo mentre si spera che almeno in serata la situazione possa tornare alla normalità.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Genova: mostra di Van Gogh e il viaggio di Gaugin

Van Gogh sarà a Genova insieme a Gaugin con una mostra presso il Palazzo Ducale dal 12 novembre 2011 al 15 aprile 2012. Il titolo della mostra, è Van Gogh e il viaggio di Gaugin e raccoglie circa 80 quadri di autori vissuti tra Ottocento e Novecento, tra i quali, oltre a Van Gogh e Gaugin, si trovano Caspar David Friedrich, Kandinski e Hopper. Dopo il successo degli Impressionisti lo scorso anno, Genova ospita stavolta una mostra dedicata al viaggio (sia fisico, sia mentale), e alle sue diverse rappresentazioni nel corso dell’ultimo secolo.


Il viaggio è un tema vicino a molti artisti dell’Otto e Novecento e per lo stesso Van Gogh, che, nel corso della sua vita, si spostò molte volte, passando dall’Olanda all’Inghilterra fino alla Francia, dove visse in molte città diverse. Gaugin invece si spinse fino in Polinesia, a Thaiti, dove dipinse il famosissimo quadro Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?, che rappresenta uno dei pezzi più importanti della mostra.
Si parla infatti non solo di viaggio nel senso di spostamento fisico, ma anche mentale e del viaggio dell’uomo sia attraverso la propria storia personale, sia quella dell’intera umanità, ponendosi continuamente interrogativi sulla propria esistenza.
Interrogativi da cui Van Gogh stesso era tormentato, che così fortemente si riflettono nella sua pittura e che la mostra vuole portare davanti agli occhi dei visitatori.
La mostra avrà luogo dal 12 novembre 2011 al 15 aprile 2012 presso il Palazzo Ducale di Genova, in piazza Matteotti 9, nei seguenti orari:

Lunedì-venerdì: ore 9-19
Sabato e domenica: ore 9-20
1° gennaio 2012: ore 10-20
Chiuso il 24,25 e 31 dicembre 2011.
Il costo dei biglietti è di:

Intero: €12
Ridotto studenti e over 65: €6
Ridotto minori di 18: €7
Ridotto scuole: €6
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Tour nei luoghi più suggestivi di Harry Potter: al via le prenotazioni

Ora è finalmente arrivata l’ufficialità, visto che da ieri sono iniziate le prevendite per il Warner Bros Studio Tour London – The Making of Harry Potter: l’apertura è prevista per il 31 marzo 2012, ma sapendo cosa succede quando c’è di mezzo l’eroe della Rowling è meglio prenotare con largo anticipo.


Presso i Leavesden Studios, infatti, sono stati ricostruiti in un unico magazzino alcuni tra i luoghi più rappresentativi di Harry Potter, dalla Sala Grande ai corridoi di Hogwarts, dall’ufficio di Albus Silente al Ministero della Magia, dalla sala comune di Grifondoro a Privet Drive, la casa in cui Harry trascorre i primi anni di vita. I biglietti sono in vendita sul sito della Warner Bros Studio Tour e costano 28 sterline per gli adulti, 21 per i bambini (dai 5 ai 15 anni) e 83 per una famiglia di quattro persone (2 adulti e 2 bambini oppure 1 adulto e 3 bambini). Per i bambini fino a 4 anni l’ingresso è gratuito. I biglietti sono disponibili solo su prenotazione anticipata: non si possono comprare una volta arrivati lì. Chissà se questa nuova attrazione su Harry riuscirà a rivaleggiare con il tour potteriano tra Oxford e il Castello di Alnwick.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Milano: mangiare bene e spendere poco ecco dove..

Mangiare low cost a Milano: si può davvero oppure serve l’intervento divino della Madonnina? Che sia merito di un miracolo della Vergine oppure di gastronomi illuminati, per quanto assurdo possa sembrare anche nella città modaiola per eccellenza pare si riesca a mangiare senza farsi spennare come polli. Certo il rischio incombe a ogni passo, perchè a Milano tutto quanto fa tendenza, ma anche tutto quello che sa di passato o presente, è caro come il fuoco.
Vediamo insieme allora un elenco prezioso di indirizzi da conservare e custodire come fossero reliquie, per rimanere in tema madonnaro: i ristoranti di Milano, di cucina tradizionale, pesce oppure etnici, dove assaporare con gusto il piatto ordinato senza essere in ansia da prestazione per il conto finale. Questi sono i migliori ristoranti low cost a milano:



  • Alla Vecchia Latteria, via dell’Unione 6, 02/874401: decisamente sì, ci piacciono i locali che di minimal e trendy non hanno nulla, al contrario che rispecchiano un passato sano e genuino senza pretese. La Latteria è aperta solo durante il pranzo, per offrire primi piatti caldi, pasta e dolci.



  • Trattoria Atipica, via Mac Mahon 84, 02/3272475: da brava milanese mi piange un po’ il cuore a condividere questo segreto, ma non potevo esimermi. La Trattoria Atipica di atipico in realtà ha solo il prezzo: da fuori nessuno le darebbe due lire, mentre una volta varcata la soglia (soprattutto se trovate posto nel giardinetto) si scopre una cucina casalinga sana e robusta, curatissima e assolutamente a buon prezzo.



  • Zio Pesce, via Cicco Simonetta 8, 02/58109145: il pesce buono ma facile (si mangia solo quello che offre il mercato), compreso di arredamento marinaresco ma curato e vagamente nordico. Una cena (primo, secondo e dolce) potrebbe costarvi non oltre 25 euro.



  • Mirta, piazza San materno 12, 02/91180496: a Milano ci son tanti locali gestiti da stranieri che propongono una cucina italiana tipica molto buona e curata. Mirta è uno dei tanti esempi che potremmo fare: piatti tradizionali, zuppe, verdure, incursioni regionali.



  • Trattoria Madonnina, via Gentilino 6, 02/89409089: nella città della Madonnina non poteva certo mancare una trattoria intitolata a suo nome. E infatti c’è, è storica, assolutamente verace, con ambienti interni storici completi di manifesti vintage (ma originali) alle pareti e un cortile esterno completo di bagno (l’unico che c’è). Qui è d’obbligo ordinare la vera cotoletta alla milanese, una delizia.



  • K2, via Stoppani 15, 02/29406835: una trattoria toscana in piena Milano, con prezzi così accessibili che bisogna prenotare per trovare posto, ma una cucina garanzia di bontà, genuinità e tradizione. Tutto con un ottimo rapporto qualità/prezzo e conseguente innalzamento dell’adrenalina.



  • Osteria dei Vecchi Sapori, via Carmagnola 3, 02/6686148: in zona Isola, uno dei vecchi quartieri milanesi che tenta di resistere impavido all’avanzata del cemento, questa osteria resiste da anni alla nouvelle cuisine&co. Semplice, buona, calorosa, mette l’anima in pace col resto del mondo.
  • Leggi tutto...
    Category: 0 commenti

    Giappone: Voli GRATIS da aprile 2012

    Sembrerà incredibile, ma la notizia è vera: il Giappone metterà in palio 10.000 biglietti aerei gratis per i turisti stranieri. Il progetto è volto a rilanciare il turismo, arrivato ai minimi storici dopo il terremoto e il conseguente tsunami del marzo scorso. L’iniziativa partirà da aprile 2012 grazie all’ufficio turistico del Sol Levante, che attende ancora l’approvazione del governo per la copertura finanziaria, ma i primi commenti sono risultati positivi: d’altronde, soltanto i voli saranno gratuiti, mentre le spese di vitto e alloggio saranno a carico del viaggiatore.


    Secondo il quotidiano Yomiuri Shimbun, i candidati dovranno fare domanda online all’autorità del turismo giapponese, specificando i luoghi che intendono visitare. I selezionati saranno chiamati, alla fine del viaggio, a raccontare e pubblicare la propria esperienza, quasi a voler diminuire le paure tra i turisti stranieri e a dimostrare che non c’è niente di cui preoccuparsi.

    Il presidente dell’Ente Nazionale del Turismo Giapponese (JNTO) ha promesso l’impiego di tutte le energie possibili per incoraggiare il turismo dopo lo tsunami che ha sconvolto l’intero paese. Tra l’altro, per gli anni prossimi le previsioni sono incoraggianti, almeno stando a quello che dice l’ultimo sondaggio del Visa Global Travel Intentions Survey 2011. Il Giappone, infatti, è risultato terzo tra le destinazioni più popolari, dopo Stati Uniti e Gran Bretagna: ben il 16% degli intervistati ha dichiarato di voler effettuare nel giro dei prossimi due anni un viaggio nelle terre del Sol Levante.
    Leggi tutto...
    Category: 0 commenti

    Profezia Maya sul 2012: fine del mondo?....

    Nuova interpretazione della profezia Maya sul 2012: non ci sarà la fine del mondo, come sembrava quando si è iniziato a parlare della profezia. Al contrario, dal 21 dicembre 2012, il mondo dovrebbe entrare in una era di rigenerazione, che porterebbe a un’elevazione spirituale di tutta l’umanità. A dirlo è lo sciamano maya Quetzasha, giunto in visita in Italia in questi giorni: è un fatto piuttosto insolito ed eccezionale che un discendente dell’antichissimo popolo Maya, depositario pare di un sapere molto avanzato e raffinato di cui fino a noi è giunto il famigerato calendario in questione, decida di parlare, soprattutto di rilasciare interviste a giornali e televisioni per rivelare i segreti del suo popolo. Eppure è quello che è successo a Roma, dove si trova attualmente il maestro Quetzasha, sciamano maya-atzeco esperto di antichi linguaggi ed esponente dell’associazione ‘Unificazione Internazionale delle culture preispaniche’.


    Secondo la sua interpretazione di quella che da semplice curiosità è diventata fonte di leggende e timori, possiamo smettere di parlare di Apocalisse e non avere più paura del 2012.Quando si inizia a sentir parlare di comunità italiane che costruiscono fortezze nello Yucatan in attesa dell’Apocalisse, si capisce che è il caso di fare chiarezza sulla profezia Maya 2012. Ci ha pensato il maestro Quetzasha, che in un’intervista al quotidiano Libero ha rivelato: ‘Non bisogna avere nessuna paura del 2012‘. Punto fermo anche per quanto riguarda il discorso catastrofi: dopo che qualcuno ha iniziato a leggere presagi di sventura in eruzioni e terremoti, il maestro ha detto di non attenderne di nuove.

    Riassumendo: il 21 dicembre 2012, secondo il calendario maya, non è la data della fine del mondo, semmai la fine di un ciclo vibratorio che l’umanità ha vissuto e l’inizio di un nuovo movimento. ‘Non un momento di distruzione – ha detto lo sciamano – ma un’evoluzione di tipo spirituale, che coincide non con la fine fisica dell’universo ma con una coscienza nuova di come vivere, in sintonia con la terra e le forze della natura’.
    Leggi tutto...
    Category: 0 commenti

    La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo 2011

    La manifestazione, che ha come obiettivo la diffusione e la promozione della lingua e della cultura italiana all’estero, si svolge quest’anno dal 17 al 27 ottobre e sarà incentrata proprio sui 150 anni dell’Unità d’Italia.
    Nata nel 2001 su iniziativa dell’Accademia della Crusca in cooperazione con il Ministero degli Affari Esteri, l’iniziativa coinvolge gli Istituti di Cultura, le Ambasciate e i Consolati, i comitati della Società Dante Alighieri, i Lettorati universitari, le Scuole di italiano nel mondo e varie associazioni di italiani all’estero, che organizzeranno incontri ed eventi legati all’Italia e al tema della settimana. Ma ora andiamo a scoprire cosa hanno in serbo città come Budapest, Dublino, Montréal, Bruxelles e Madrid.
    Leggi tutto...
    Category: 0 commenti

    Roma: la mostra dedicata a Star Wars

    La mostra su Star Wars rappresenta un appuntamento imperdibile per i fan della saga di Guerre Stellari. Al Tempio del Cinema di Roma, in zona piazza Bologna, sarà possibile vedere dal vivo gli eroi creati dal genio di George Lucas e rimasti ormai impressi nell’immaginario collettivo. Personaggi come Ian Solo, Dart Fener, Anakin Skywalker, Chewbecca, Obi-Wan Kenobi, i droidi R2-D2 e C-3PO, il maestro Yoda, Jabba the Hutt e tanti altri sono amati da milioni di appassionati.


    L’esposizione, una delle tante mostre di Roma aperte in questo periodo, sarà visitabile fino al 14 novembre 2011. Quindi, se anche tu hai sentito il richiamo della Forza per diventare Jedi, ti sei perdutamente innamorato della principessa Leila o sognavi nel tuo letto interminabili Guerre Stellari, sei arrivato nel posto giusto. La mostra, intitolata “Ai Confini dell’Universo”, riproduce l’universo fantastico di Star Wars sin dall’entrata: infatti, ad accogliere i visitatori c’è il Millennium Falcon, la mitica astronave di Ian Solo (2 metri di lunghezza e tutta in metallo). Ma non è l’unica riproduzione di navicella spaziale: sarà possibile vedere anche la Republic Gunship, il TIE-Fighter e lo Snowspeeder.

    Potranno poi essere ammirate statue e miniature di vari personaggi e i busti a grandezza naturale del cattivo Dart vader, completamente riprodotto con i vestiti in stoffa, il maestro Yoda, alto poco più di un metro e con in mano la sua spada laser, e il droide C-3PO, il celebre robot giallo oro sempre in conpagnia di R2-D2.
    A completare la mostra ci saranno anche numerose foto e locandine, ma soprattutto una sezione dedicata ai gadget: facciano attenzione i collezionisti perché alcuni dei materiali in vendita sono riproduzioni a tiratura limitata, in arrivo direttamente dagli Stati Uniti e difficilmente rintracciabili.
    • Ingresso gratuito
    Leggi tutto...
    Category: 0 commenti

    Città del messico: voli scontati con Lufthansa

    I viaggiatori europei, infatti, potranno giungere a Città del Messico con Lufthansa. Se recentemente è stato inaugurato, infatti, il volo quadrisettimanale di Air Europa che parte da Madrid, a brevissimo il vettore presenterà le sue nuove tratte in merito.


    A partire dal prossimo 26 marzo, infatti, Lufthansa darà il via ad un volo cinque volte alla settimana da Monaco per la capitale messicana. Ritornando alla prima compagnia aerea che è Air Europa, possiamo dire che i voli vengono effettuati con un A330-200, con ottime coincidenze con i collegamenti del gruppo spagnolo su Venezia, Roma Fiumicino e Milano Linate.Se parliamo poi del collegamento Lufthansa da Monaco, che viene effettuato con un A340-600 da 306 posti, dobbiamo ricordare che va ad aggiungersi al volo giornaliero già in funzione della compagnia tedesca da Francoforte.

    Dall’Italia si raggiungono con estrema facilità i due aeroporti tedeschi perchè i collegamenti abbondano con i principali scali del Belpaese. Meglio controllare comunque periodicamente le tariffe sul sito di Lufthansa perchè sono in arrivo dei biglietti a prezzi interessanti che vi convinceranno a mollare tutto anche solo per qualche giorno e rilassarvi lontano da casa. Certo a Città del Messico non potrete venire per un weekend, ma da quanto tempo sognate un viaggio importante, di quelli che si ricordano per sempre magari alla scoperta di curiose testimonianze del passato? In questo Paese il mix tra passato e possibilità di riposarsi davvero non manca e certamente è proprio quello che state cercando da tempo.
    Leggi tutto...

    Voli low cost per il Mar Rosso

    Nel Mar Rosso, si arriva quasi esclusivamente con i voli charter che sono quelli noleggiati dai tour operator che organizzano dei pacchetti turistici e che vengono proposti in abbinamento ad una speciale proposta di viaggio. Se cercate un passaggio a basso costo per Sharm o Mars Alam, ad esempio, non sarà facilissimo trovare formule diverse rispetto a quelle garantite dalle agenzie. Non avrete problemi invece a prenotare per poche centinaia di euro 7 notti o addirittura 14 in hotel. E’ altrettanto sicuro che proprio per venire incontro ad esigenze diverse, ultimamente, in casi rari si possono notare delle offerte per una quantità di tempo inferiore o solo per un weekend. Garantito, invece, è quasi sempre all inclusive, cioè il tutto compreso che consente al cliente di non pagare nessun altro costo se non la somma versata prima di partire.


    Tuttavia non disperate e continuate nella vostra ricerca su internet facendo in modo di evitare le fregature perchè si sa, in rete, le attenzioni non sono mai troppe, ancora di più di quanto avviene nella vita reale. In ogni caso, le partenze riguardano quasi tutti gli aeroporti principali, in particolare i più grandi e l’alternativa è piuttosto ampia. I luoghi a disposizione non mancano, la barriera corallina è da sogno e lo stesso vale per i villaggi turistici tutti vicini e adatti ad ogni esigenza.

    Potreste optare per un fai da te con soluzione personalizzata, ma vi converrebbe davvero? Se prendete un volo di linea infatti arriverete soltanto al Cairo e poi dovrete spostarvi ancora verso la meta prescelta con una perdita maggiore di soldi e di denaro. I tre aeroporti internazionali sono a Sharm, Mars Alam e Hurghada ma i luoghi dove soggiornare sono in continuo aumento e annualmente vengono annunciati nuovi resort o posti dove poter staccare la spina e rilassarsi per qualche giorno.
    Leggi tutto...

    Siviglia: i posti più belli da vedere

    Andalusia terra affascinante e sempre più frequentata dagli italiani in qualunque mese dell’anno, meglio ancora se in autunno quando le temperature sono miti i prezzi si abbassano maggiormente per effetto della bassa stagione ed è possibile vivere al meglio un tour in giro per monumenti. Indossate scarpe comode e prendete la fotocamera e cominciate, quindi, il vostro itinerario tra storia e arte. Scopriamo insieme che cosa vedere da queste parti:


    A Siviglia sono molte le peculiarità, non ultimo il museo delle Bella Artes, la pinacoteca più importante di Spagna dopo il Prado di Madrid. Rimarrete affascinati dalle tele dei più grandi pittori e della scuola sivigliana anche se di solito non avete una cultura legata prettamente al settore, ma i capolavori sono visibili e chiari a tutti senza distinzioni. Attraversando il lungofiume potrete guardare Plaza de Toros, teatro di corride anche note pure se attualmente in programma non ne troverete. In ogni caso, il passato tra spettacoli cruenti riecheggia ancora nell’aria. Successivamente si arriva alla Torre de l’Oro.

    Uno scatto lo merita, quindi, la piazza della grande Cattedrale, veramente immensa tanto da essere considerata la terza al mondo per grandezza dopo San Pietro a Roma e St. Paul a Londra, costruita sui resti di una moschea antica. Proprio a fianco ecco la Giralda che una volta era un minareto e sembra di sentire ancora il richiamo del muezzin che richiamava i fedeli alla preghiera. Di quella costruzione resta una bella torre campanaria dalla quale godere di uno splendido panorama.
    Leggi tutto...
    Category: 0 commenti

    Cuba: Informazioni utili prima di partire

    Cuba è nel cuore di molti e una meta sempre più gettonata anche dalle famiglie con bambini. Le sue spiagge, alcune delle quali con acqua basse, la sabbia fine e una natura incontaminata, oltre che al sorriso della gente e tradizioni incredibili la rendono ogni anno ancora di più una meta turisticamente interessante. Ecco perchè si abbassano via via i prezzi e il Paese diventa abbordabile quasi a tutti. Del resto, a livello di sicurezza, non presenta particolari rischi, anche se pure qui sono valide le regole di evitare i luoghi isolati e non ostentare ricchezza con gioielli e soldi in bella vista.


    I viaggiatori comunque sono più o meno al sicuro, anche se si possono verificare piccoli episodi di criminalità comune, come furti e scippi. In caso di aggressione a Cuba come anche in Italia, evitate di opporre resistenza e di mettervi in ulteriore pericolo. Portate sempre dietro una copia del documento di riconoscimento e il denaro che vi serve per trascorrere in tranquillità l’intera giornata. Fate attenzione la notte e non prendete strade troppo poco illuminate a causa dei black out dovuti al risparmio energetico.

    Se perdete tutto, soldi e documenti, fate denuncia immediata presso la Polizia locale e rivolgetevi subito all’Autorità consolare italiana che vi fornirà un documento di viaggio per il rientro in Italia. Per il rilascio della polizza assicurativa obbligatoria,meglio rivolgersi alle agenzie riconosciute da Cuba. La salute poi è importante da mantenere anche e soprattutto in vacanza. Per cui se fate uso di qualche medicinale particolare, portatelo dall’Italia. Allo stesso modo, senza esagerare, portate con voi una scorta di medicinali di prima necessità e di pronto intervento, visto che spesso le strutture sanitarie non sono molto fornite. Proteggetevi con repellenti e abiti a maniche lunghe e non esponetevi troppo al sole, soprattutto i primi giorni e se siete molto chiari di carnagione.
    Leggi tutto...
    Category: 0 commenti

    Viaggio in cina: i souvenir più richiesti

    In Cina, avrete moltissimi monumenti e simboli incredibili da conoscere e visitare. Non potete, infatti, perdervi la Città Proibita, la Grande Muraglia, il Museo di Shangai e l’Esercito di Terracotta tanto per citare i più noti, ma alla fine del viaggio, se siete partiti all’ultimo minuto con un last minute conveniente, vi starete chiedendo quali sono le peculiarità locali che potete portare ai vostri cari. Se sin dal primo giorno avete visto di tutto nei negozi e nelle bancarelle, quali sono i souvenir che proprio non potete perdervi?


    1. il thè cinese: la Cina resta uno dei produttori più interessanti e si tratta di una peculiarità che la riguarda da almeno 3mila anni. Sin da allora questa deliziosa bevanda ha cominciato a diffondersi in ogni dove. Pensate che nel Paese dagli occhi a mandorla se ne producono almeno mille varietà, in particolare verdi e la più pregiata resta l’Xi Hu Long Jing, coltivata nello Hangzhou.
    2. i dipinti su seta: questi ultimi sono estremanente pregiati ed, infatti, possono anche arrivare a costare parecchio. Variano molto come tipo e costo a seconda della zona di produzione. Si dice che fu l’imperatrice Xi Ling Shi, nel XXVIII secolo a.C a rendersi conto del fatto che i bachi producono la seta e da allora viene appunto ricordata come la “Signora dei bachi da seta”.
    3. la porcellana cinese: questo prodotto ha avuto origine proprio in Cina ed infatti il termine inglese China indica non solo il luogo ma anche tale produzione. Tale lavorazione si sviluppò intorno al III secolo e raggiunse il suo culmine durante la dinastia Ming.
    4. la giada: è stato Confucio per primo a considerarla una pietra carica di virtù. A lei si doveva anche il comportamento umano. Un tempo era considerata sacra perchè simbolo di potere e ricchezza.
    Leggi tutto...
    Category: 0 commenti

    Idee per capodanno: Egitto volo+hotel a 770€

    E’ tempo di cominciare già a pensare a Capodanno, anzi, qualcuno potrebbe dire che è già tardi - e, con i primi freddi e l’autunno ormai arrivato, devo dire che pensare di festeggiare l’arrivo del 2012 su una spiaggia, a 25 gradi circa, non è niente male.


    Se la pensate come me potete valutare l’offerta di Alpitourworld, che ci porta a Marsa Alam (Egitto) dal 29 dicembre al 5 gennaio ad un costo di 770 euro a persona.

    Nel prezzo è incluso il volo a/r da Roma, il soggiorno presso l’hotel Cinderella Beach (tre stelle, fronte mare, piscina etc etc), e il trattamento di pensione completa con pasti a buffet. Se poi non vi interessa la notte di Capodanno, sappiate che partendo la settimana prima potete risparmiare qualcosina.
    Leggi tutto...
    Category: 0 commenti

    Saint michel uno dei posti più belli della Francia

    Isola o monte? Entrambe le cose, a volte l’una a volte l’altra. A deciderlo sono le maree, le onde e l’acqua che ora avanzano ora si ritraggono, allagando e sommergendo o mettendo a nudo questa bellissima altura sormontata da una delle più interessanti architetture religiose gotiche d’Europa e del mondo, il santuario dedicato a San Michele Arcangelo. Il territorio di cui parliamo è infatti il sorprendente Mont Saint Michel, gioiello della Normandia, patrimonio dell’umanità, parte dunque della World Heritage List stilata dall’Unesco. Non a torto: è meta di circa tre milioni e duecentomila turisti all’anno ed è uno dei siti più fotografati della Francia. Per questo motivo è in atto un grande progetto di riqualificazione …


    Il progetto prevede la realizzazione di una nuova diga che raccoglie le acque del fiume Couesnon, che sfoci proprio in zona, per poi liberarla per allagare il territorio di Moint Saint Michel, che torna ad essere isola con la stessa frequenza di un tempo, prima dell’inaridimento dovuto al dilagare delle strade in cemento, ossia per circa centocinquanta giorni l’anno, contro gli attuali cinquanta. Inoltre saranno allontanati i parcheggiatori e i venditori abusivi di souvenir. Insomma si cercherà di liberare la bella Saint Michel dagli attacchi e dalle minacce più consuete a cui sono sottoposti i monumenti più belli, quelli che contraddistinguono un turismo non rispettoso dei luoghi e dell’ambiente.

    Un operazione dovuta, se si pensa che già nel lontano Ottocento il grande scrittore francese Victor Hugo aveva lanciato una campagna che promuoveva il restauro e la salvaguardia di questa strana isola con la sua bella cattedrale in stile gotico fiammeggiante e con la sua lunga storia che vide a fine Settecento, in seguito alla rivoluzione francese, andare via gli ultimi monaci, scacciati dall’abbazia. Poi divenne una prigione e poi ancora, dopo che nel 1794 la base per delle trasmissioni del telegrafo. Tornata un’abbazia nella seconda metà dell’Ottocento pian piano vide crearsi al suo interno una piccola comunità monastica.
    Leggi tutto...
    Category: 1 commenti

    Offerte lastminute autunno 2011: in Tunisia a partire da 479€

    La Tunisia è tornata ad essere quell’oasi immensa di paesaggi e relax che qualunque turista deve scoprire almeno una volta nella vita. In più è piuttosto vicina dall’Italia, economica e estremamente affascinante per cultura e gastronomia. Insomma non esiste un solo motivo per non colmare questa mancanza se non avete mai pensato ad un viaggio alla volta di tale tratto di Nord Africa. L’occasione adesso è perfetta anche perchè sono in corso delle promozioni turistiche particolari e delle offerte che vi faranno venir voglia di partire subito. Qualche esempio? Andiamo a vedere insieme un paio di proposte:


    Se avete voglia di godere al massimo di sole e spiagge allora non c’è miglior posto probabilmente di Hammamet Jasmine che garantisce anche un grande divertimento la sera. Questo perchè si tratta della zona più alla moda dell’area. Troverete posto al Yasmine Beach Resort, un quattro stelle con piscine esterne e interne, ristoranti e bar. La spiaggia sabbiosa poi è a pochissima distanza. Il tour operator che propone la vacanza è Volando Viaggi e il volo è da Milano, Roma, Bologna o Verona. Se a questo aggiungiamo sette notti tutto compreso il costo è di circa 479 a persona. Sono inclusi bevande e snack. La proposta è valida fino al prossimo 17 dicembre con la possibilità prendere la camera singola senza supplemento.

    C’è poi anche un minitour delle oasi con Turchese della durata di quattro giorni e soggiorno balneare di tre a Djerba. La vostra visita vi condurrà a Douz, Tozeur e la splendida Matmata. Nel pacchetto è compreso il volo da Bergamo, la pensione completa per il tour e la mezza pensione per il mare e la sistemazione in hotel quattro stelle con partenze settimanali. Le quote partono da 529 euro a persona. Piccoli prezzi insomma per una grande vacanza: il tutto a pochi chilometri in linea d’aria da casa.
    Leggi tutto...
    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
    MS 2011. Powered by Blogger.