Rimini, Relax Sole e Divertimento

Sospesa tra vita notturna, divertimento balneare, relax e alberghi pronti all'uso, Rimini ci accoglie in una inconsueta atmosfera. La stessa che con determinazione vuole affermare la convivenza tra antico e moderno, tra storia e richiamo turistico. La lunga linea costiera e il fronte mare rimangono la sua più grande attrazione turistica, ma questa famosa città emiliana vanta anche un'antica storia e una bella tradizione genuinamente italiana.


La capacità turistica complessiva della provincia ha dell'incredibile. Sono migliaia le strutture alberghiere, tra hotel, ostelli, pensioni, camping, residenze private, case vacanza, agriturismo e quant'altro, tutte concentrate essenzialmente sui 32,8 km di costa. A questi si aggiungono oltre 300 ristoranti, più di 500 tra bar, caffetterie e birrerie. Nel giro di un anno, circa 16 milioni di visitatori soggiornano in questa area e rinomata è la gentilezza e la professionalità di albergatori e commercianti. Discoteche e locali di tendenza la fanno da padrona, le spiagge, nonostante il mare non sia come quello della Sardegna, sono attrezzatissime e ampie, e gli stabilimenti hanno spesso la piscina, i giochi per i bambini e l'animazione per grandi e piccoli. Rimini è una delle perle del divertimento ed è sempre all'avanguardia nell'ospitalità e nelle iniziative. Qui soggiornano soddisfatti coppie di anziani, famiglie con bambini piccoli e adolescenti, ragazzi e ragazze pieni di vita e single incalliti.
A Rimini il mare ha differenti caratteristiche: a nord troviamo le aree di Viserba e Viserbella, con spiagge facili, ideali per le famiglie e attraenti ville del primo Novecento. Al centro, Rimini marina, si caratterizza per il porto e tanti alberghi e strutture ricettive (tra cui il noto Grand Hotel). La sera è questa una delle aree più vivaci e febbricitanti della città, assolutamente da provare per i locali estivi all'aperto. Il litorale meridionale, con le zone di Miramare, Bellariva, Marebello e Rivazzura, è caratterizzato dai segni lasciati dalla crescita urbanistica e turistica della fine degli anni sessanta.
Oltre alle spiagge, tra le quali la Marina è la regina, altre attrazioni interessanti sono il Delfinario, il Parco acquatico Aquafan e le montagne russe e i pedalò del Mississippi nel parco a tema di Fiabilandia. Per gli amanti del cinema italiano, imperdibile una visita al Museo Fellini, che ricorda la vita del famoso regista italiano.
Leggi tutto...
Category: 1 commenti

Abu Dhabi: Storia, Turismo e Cucina

Città capitale degli Emirati Arabi sulla Costa dei Pirati, nel Golfo Persico è la maggiore delle sette che costituiscono le federazione degli Emirati Arabi Uniti (EAU). Gli Emirati Arabi Uniti sono governati da un Consiglio Supremo, di 7 emiri ognuno a capo del proprio territorio.

Fondata nel 1790 circa, la città ha conosciuto un forte incremento demografico ed economico solo negli ultimi cinquant’anni, grazie soprattutto alla scoperta di numerosi giacimenti di petrolio che hanno permesso ad Abu Dhabi di trasformarsi da piccolo villaggio di pescatori a moderno e ricchissimo centro. La popolazione è costituita prevalentemente da Arabi dediti all’agricoltura nelle oasi e sulla pesca lungo le coste, mentre l’economia del paese si basa principalmente sull’estrazione e sulla raffinazione del petrolio.
Attraversata dal tropico del cancro, il clima di Abu Dhabi è prevalentemente arido con temperature comprese tra i 26 gradi di giorno e i 15 gradi di notte; molto rare le precipitazioni.

LA CUCINA DEGLI EMIRATI ARABI UNITI
la cucina degli Emirati Arabi rispecchia la cultura e le tradizioni di vita del paese che per moltissimi anni ha avuto scambi commerciali con India, Africa, Europa e Asia, influenzando così la propria cultura e le proprie abitudini alimentari.
Troviamo pertanto una cucina che ha assimilato e rielaborato le tradizioni culinarie di molti paesi e che ancora oggi continua ad arricchirsi generando un’arte culinaria incredibilmente piena di fantasia.
Tra i piatti tipici di questa cucina segnaliamo: una pietanza a base di zucchero, cereali e carne; pizza con carne e porri; crepes con yogurt e carne; involtini di pasta fritti ripieni di carne; riso rosso; dessert a base di formaggio di capra; banane tritate con pane dolce.

Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Guida di San Francisco: Cosa Vedere

San Francisco sorge su una penisola che si estende sulla costa occidentale degli Stati Uniti con una superficie di 122 kmq. Le sue coste sono bagnate dalle acque dell’Oceano Pacifico ed il suo territorio è per lo più collinoso, collegato ad est e a nord attraverso diversi ponti (famosissimo il Golden Gate). E’ uno dei centri più importanti di tutti gli Stati Uniti, secondo solo a New York. I numerosi abitanti che vi risiedono appartengono a diverse etnie, e la maggior parte di loro sono raggruppati in tante comunità più o meno grandi, a seconda dell'etnia di provenienza. I primissimi ad abitare la zona furono gli Indiani d’America, che rimasero in isolamento fino all’arrivo degli spagnoli; divenne poi un territorio Messicano, ma la vera e propria svolta si ebbe quando si scoprirono i giacimenti d'oro della Sierra Nevada: fu a questo punto che gli Stati Uniti si impossessarono della città.
San Francisco fa parte dello stato della California, e più precisamente si trova nella parte settentrionale.
E’ doveroso sapere che questa è un’area soggetta a frequenti ondate sismiche, contrastate con la costruzione di edifici adeguati. Gli alberghi sono per la maggior parte dotati di piani di emergenza.


COSA VEDERE A SAN FRANCISCO




Coit Tower: la visita di questa torre, affacciata sulla splendida North Beach, è una delle tappe fisse della panoramica di 49 miglia fra i quartieri più attrattivi della città. L’itinerario da seguire è segnalato dagli appositi cartelli bianchi e blu con un gabbiano. La gita dura un’intera giornata.
California Academy of Science: è un Museo di scienza. Dal Morrison Planetarium, un proiettore satellitare di tecnologia avanzatissima, è possibile osservare uno spettacolare cielo stellato.
Ghirardelli Square: quello che prima era una fabbrica di cioccolato oggi è un edificio interessante, molto elegante nel suo design, come le strutture che lo circondano. Conserva ancora intatti i vecchi macchinari usati una volta.
Golden Gate Bridge: con una lunghezza di 1280 metri, fu aperto nel 1936. E’ diviso in sei corsie per i veicoli e una per i pedoni: da quì si può godere di una vista davvero speciale. Permette l’accesso al Presidio, una fitta zona boscosa.
Golden Gate Park: un immenso parco curato nei minimi dettagli, è fra i più grandi e più belli del mondo. Nella meravigliosa e rigogliosa vegetazione si trovano numerose aree per il divertimento.
Union Square: trovandosi nella zona finanziaria più importante della città è una zona dove si concentrano una moltitudine di attività finanziarie.
Chinatown: è una delle zone più turistiche della città, concentrata intorno a Grant Avenue: una passeggiata fra i suoi vicoli, un vero e proprio must, permetterà di scorgere le tipiche costruzioni cinesi, i draghi e i tanti negozi alimentari dove poter trovare veramente di tutto.
Isola di Alcatraz: situata a 5 chilometri a est del Golden Gate, nel 1907 divenne un carcere militare, vista la sua posizione strategica. Negli anni successivi funzionò come penitenziario federale. Ora è parte del Golden Gate National Recreation Area. Soprannominata “the Rock” dai detenuti vista la rigorosità dell’applicazione delle regole. Qualunque infrazione veniva punita molto severamente.
Leggi tutto...

Le 9 cose da vedere assolutamente a Valencia

Ecco a voi amanti della cultura e non solo un articolo sulle 9 cose da vedere assolutamente a Valencia:


Palau de la Generalitat
Indirizzo: Plaza des Manises-telefono: +34 96 386 61 00 Visita per appuntamento. È uno dei palazzi più importanti della città e oggi ospita il governo regionale. Costruito in stile gotico tra il 1482 e il 1579 con varie ridecorazioni nel XVII e XX secolo.
Il Palazzo presenta un bel cortile in pietra nel quale si possono ammirare due caratteristiche scale che dirigono il visitatore alle camere riccamente decorate. Suggeriamo la visita in particolare alla Salas Doradas decorata con un bellissimo soffitto e pavimentazione tipica Valenciana. Interessanti gli affreschi presenti nella camera del consiglio.


Basilica de la Virgen de los Desamperados
Indirizzo: Pl de la Virgen-telefono: +34 96 391 86 11
Bellissima chiesa del XVII secolo simbolo della festa più importante della città ‘Las Fallas’. La statua della Vergine Maria è situata nell’altare ed è riccamente e incredibilmente adornata da fiori e candele.


Cattedrale di Valencia
Indirizzo: Pl de la Reina-telefono: +34 96 391 81 27
Costruita originariamente nel 1262, fu poi restaurata nei secoli e infatti le sue tre porte d’entrata presentano degli stili completamente differenti tra loro: la più antica è la ‘Puerta del Palaù in stile romanico mentre l’entrata principale, la ‘Puerta de los Hierros’ è in stile Barocco del XVIII secolo, la ‘Puerta de los Apostoles’, infine, è in stile gotico.
La Cattedrale per oltre 1000 anni è stata sede del ‘Tribunale delle acque che giudicava ed emetteva sentenze per contenziosi in materia tra agricoltori circa il sistema di irrigazione.
Inoltre la Cattedrale ospita un singolare calice che la leggenda rivendica essere il ‘Santo Graal’. Esso infatti, sempre secondo la leggenda, pare provenire da Gerusalemme nella sua via per il monastero di San Juan de la Peña ad Aragona.


La Lonja
Indirizzo: Plaza del Mercato-telefono: +34 96 352 54 78
Si tratta di un interessante edificio civile in stile tardo-gotico costruito intorno agli anni 1482 e 1498. Sede originaria del cambio cittadino oggi ospita importanti eventi culturali. E un fantastico esemplare di raro gotico civile ed è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’umanità.


Ciutat de les Arts i les Ciències
Si tratta di un enorme complesso che include cinque aree principali situate lungo il fiume Turia (ora deviato). Disegnato dall’architetto Santiago Calavatra fu iniziato ne 1996 e rappresenta un esempio importante e impressionante esempio di architettura moderna. La sua costruzione ha dato un forte impulso alla città e ne ha rafforzato i caratteri distintivi. Le cinque aree principali della Città delle arti e delle scienze sono:
El Palau de les Arts Reina Sofía — Centro d’arte Regina Sofia e Opera house
L'Hemisfèric — Imax Cinema, Planetarium e Laserium
L'Umbracle — Giardini e patio
El Museu de les Ciències Príncipe Felipe — Museo delle scienze
L'Oceanogràfic — Museo oceanografico all’aperto


Museo delle Fallas
Indirizzo: Plaza de Monteolivete, 4.
È il museo dedicato aella festività più importante della città, Las Fallas, che si tiene durante la settimana che precede il 19 marzo. Per l' occasione si costruiscono fantocci in cartapesta che rappresentano caricature di personaggi famosi, anche politici, che sfilano per le strade delle città. Nel museo sono conservati i fantocci più piccoli e espressivi. La festa termina con il fuoco che brucia i fantocci e illumina il profilo della città.


Iglesia e Colegio del Patriarca
Costruita nel XVI secolo presenta al suo interno bellissimi affreschi del Bartolomeo Matarana e uno splendido dipinto l’Ultima Cena di Francisco Ribalta. La chiesa inoltre ospita una delle pinacoteche di arte sacra più famose di Spagna e un chiostro rinascimentale molto bello.


Mercato Central
Situato nel vecchio “quartiere arabo” è uno splendido edificio in stile Liberty adibito, oggi come allora, ad uso di mercato. Bellissimo e imponente il cancello d’entrata in ferro in stile Art Nouveau. Aperto nel 1928 rimane uno dei mercati più attraenti d’Europa.


Museo Nacional de Ceramica Gonzales Martì
Indirizzo: Poeta Querol 2
È situato nel palazzo Marqes de los Aguas ed è datato secolo XVIII. Riccamente colorato e decorato, presenta un bel portale intarsiato da Ignacio Vergara. Ospita ceramiche preistoriche, greche e romane così come alcuni rari pezzi di Picasso.
Leggi tutto...

La Valencia da scoprire

Valencia è una bellissima città di circa 800 mila abitanti, la terza della Spagna, equidistante da Madrid e da Barcellona poiché entrambe distano 350 km. Fondata dai romani nel 138 a.C, spartiacque tra la cultura catalana e quella andalusa, Valencia è una delle città più importanti del Mediterraneo, come testimonia il centro storico che conserva molti monumenti costruiti nei suoi di 2.000 anni di storia. Ampi viali di palmeti e ficus, abbracciano il quartiere antico, con dimore gotiche e eleganti patii. Il quartier portuale, interamente rinnovato in occasione della Coppa America del 2007, ha ridato alla città il suo sbocco sul mare.



Valencia è famosa in tutto il mondo culinario per un'altra cosa: la Paella. Immaginate un posto dove cresce il riso, dove si allevano gli animali e si pesca il pesce, dove si coltivano tutti i tipi di ortaggi freschi in piccoli e grandi appezzamenti, fertili e rigogliosi. E' con tutti questi ingredienti che si forgia la cucina espressione di questa terra, ed in particolare espressione della zona di Albufera, la zona lagunare appena a sud di Valencia. Bisogna venire fin quaggiù per conoscere il più famoso dei piatti della cucina spagnola, l'autentica "paella valenciana", con il suo sapore originale.
Valencia offre molto oltre che al ristorante, di notte, con una intensa vita notturna e tanto divertimento per tutti i gusti. Proprio alle spalle della cattedrale, nella Calle de los Caballeros, i turisti che passeggiano vengono invitati fin dall'ora dell'aperitivo a provare la celeberrima Agua de Valencia che in realtà è un Cocktail fatto di succo di arancia, Cointreau, Vodka e Cava, lo spumante locale. E' facile poi tirare tardi, tra un ristorante, una birra e poi ballare nella notte in uno dei tanti locali trendy o caratteristici. Valencia contende anche a Madrid e Barcellona il primato di regina della nightlife o movida.  Ma la movida valenciana è unica: più discreta, meno esibita ed è per questo che é indispensabile sapere dove andare. E quando. Perché certe zone vivono straordinariamente una sera e quella dopo diventano un mortorio. Lo stesso locale può cambiare aspetto anche 3 o 4 volte nell'arco di una giornata.
Leggi tutto...
Category: 4 commenti

Alloggi a Londra

Londra è una meta per milioni di persone ogni anno. Tra queste ci sono centinaia di migliaia di giovani che ci vanno in cerca di esperienze lavorative, di vita o per sostenere corsi di inglese. La capitale inglese è considerata più accogliente di molte altre capitali europee, ci sono più opportunità e ci si sente veramente al centro del mondo. Una delle cose a cui si deve pensare quando ci si trasferisce per una esperienza del genere è l'alloggio.
Le possibilità sono:


1)Hotel (costo minimo per un due stelle 50 sterline al giorno a persona.) Da sconsigliare per chi sta per più di pochi giorni per ovvi motivi di onerosità. Costo settimanale a partire da 350 sterline.
2)Ostelli (costo per un posto in camera da due posti a partire da 27 £ a persona a notte). Consigliabile solo per pochi giorni. Costo settimanale a partire da 189 sterline a settimana.
3)Camera in condivisione in appartamento(costo a partire da 12 sterline a persona a notte in una camera per due persone) . Questa è sicuramente la scelta più adatta per un periodo intermedio, da quattro a 12 settimane, il risparmio è notevole. Inoltre per ostelli e hotel va aggiunto il costo non da poco di dover per forza mangiare fuori. Negli appartamenti in condivisione la cucina è di solito fornita del necessario.

In quest'ultima opzione  i vantaggi sono anche:

a)una maggiore integrazione nella città anche attraverso gli altri inquilini, ragazzi e ragazze, che soggiornano nell'appartamento;
b)contratti di affitto che potremo definire di semi-vacanza, anche se non lo sono, flessibili e che non impongono durate eccessivamente lunghe di sei mesi o un anno e i conseguenti mesi anticipati di deposito e affitto;
c)bollette di solito incluse (assillo iniziale non da poco, specialmente in un paese straniero.

Leggi tutto...
Category: 0 commenti

La Cucina inglese

Ci stiamo ancora domandando come possono fare bollire la carne e mangiarla con la salsa alla menta. D'altro canto, anche a loro viene la nausea a vederci mangiare rane o trippa. La vera cucina inglese la scoprirete in famiglia. Un pasto inglese è generalmente composto da un piatto forte: carne stufata con due tipi di verdure bollite, piselli o cavolo, annaffiate con il sugo di carne o gravy. Ogni tanto c'è un primo piatto, di solito minestra, e si finisce con il dolce fatto in casa come la apple-pie o il chesee-cake.


Se non riuscite a farvi invitare da una famiglie inglese, non resta che andare in un ristorante. In linea di massima i piatti  di un ristorante a Londra saranno più cari che in Italia, meno fantasiosi, ma più abbondanti. Le eccezioni più economiche sono i pub che servono dalle 11.30 alle 14.30 gustosi piatti unici.
Oltre a questo Londra è oramai da tanti anni un centro culinario internazionale dove è possibile mangiare ogni genere di cucina di ogni paese del mondo. Crescono i ristoranti di famosi chef, inavvicinabili per i comuni mortali, vedi i locali del celeberrimo Gordon Ramsey (quello di "Cucine da incubo" per intendersi) numerosi i vegetariani.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Visitare Bordeaux: informazioni utili

Bordeaux oltre a essere una città bellissima, è la capitale della regione di uno dei vini più famosi al mondo. Bordeaux è una delle città più importanti nel sud-ovest della Francia, il suo clima abbastanza miti e la storia ricca di avvenimenti la rendono un luogo molto interessante da esplorare.
Bordeaux ha  circa 208.000 abitanti,  ed è capoluogo del dipartimento francese della Gironde. Situata sulfiume Garonna, all'inizio dell'estuario della Gironda, la città è un importante porto fin da prima che l'impero romano si espandesse in queste zone e per secoli è rimasta e rimane tuttora un nodo economico cruciale per la Francia. Oggi i segni del suo passato e delle guerre sono in parte stati cancellati dal tempo, ma il suo centro del XVIII secolo resta ancora uno dei più belli di tutta l'Europa, dichiarato dall'Patrimonio dall'Umanità dall'Unesco. La città che si affaccia sul fiume presenta una serie ininterrotta di facciate in stile classico, un tempo costruite per mascherare le  retrostanti catapecchie medievali. Il suo splendore è arricchito dall'Esplanade des Quinconces, dalGrand Théatree dallaPlace du Bourse.


Tra le cose da vedere:

IlQuartiere di Saint Pierre. Proprio nel cuore di Bordeaux, il quartiere di St. Pierre è il centro storico della città. Esso è costituito di belle stradine. Saint Pierre è la capitale culinaria di Bordeaux, con un gran numero di ristoranti per soddisfare ogni gusto e tasca, qualcosa per buongustai e golosi.Place du Parlementè sede di alcune meraviglie architettoniche ed una fontana ornamentale. Inoltre, nella zona è l'Eglise Saint-Pierre, costruita nei secoli XV e XVI sul sito della ex porto gallo-romano.


Il quartiere Chartrons. Questo quartiere molto attraente, situato sulle sponde della Garonna, fu il luogo dove per secoli, mercanti e uomini d'affari spalla a spalla con i marinai e operai commerciavano il vino Bordeaux. Il suo nome deriva dal convento Certosino, costruito qui nel XV secolo. Con il declino degli scambi sul fiume, il quartiere si svuotò, diventando una tranquilla zona residenziale con negozi di antiquariato. Una parte del quartiere è oggi conosciuto come il "villaggio degli antiquari". Da non perdereMusee des Chartrons, in uno splendido palazzo municipale del XVIII secolo dove è stato allestito il museo dei commercianti di vino, per cercare di capire questo affascinante mondo con lo stoccaggio, l'imbottigliamento, l'imballaggio e la movimentazione e la logistica dei vini. Vicino alla rive della Garonna in questa zona si trova anche il magnificoCentro di Arte Contemporanea(CAPC).

Il Grand Thèatre progettato dall'architetto Victor Luis nel XVIII secolo, il teatro è una delle costruzioni classiche più belle del paese. L'auditorium è famoso per la sua straordinaria acustica. Lo spettacolare scalone fu più tardi imitato dal Garnier per l'Operà di Parigi. Questo imponente edificio lungo 88 metri, di stile neoclassico. IlGrand Thèatre, nel 1871, divenne il luogo di riunione dell'Assemblea Nazionale, in esilio a Parigi. Fu qui che Victor Hugo lanciò l'idea di creare gli Stati Uniti d'Europa.
La Basilica di St.Michel per cui ci vollero 200 anni per costruirla e che fu cominciata nel 1350. L'edificio è a tre navate  e vanta la bella statua di Sant'Orsola con penitenti, in una delle cappelle laterali. Il campanile, costruito tra il 1472 e il 1492, è il più alto nel sud della Francia con i suoi 114 metri.
Museo delle belle arti ospitato in due ali dell'Hotel de Ville (Sede del comune) e che vanta una superba collezione rinascimentale comprese opere di Tiziano,Veronese,Rubens,Delacroix,Corot,Renoir,MatisseeBoudin.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

La Ramblas di Barcellona

Le Ramblas sono un unico grande viale, uno dei luoghi più emblematici della città di Barcellona, che la traversa nel suo cuore vitale, che collega Plaça de Catalunya a nord al porto antico della città (Port Vell) a sud, fino al monumento dedicato a Cristoforo Colombo. Questo lungo viale, in origine letto di un fiume stagionale, punto di riferimento indiscusso della vita cittadina, ha nei suoi diversi tratti nomi diversi, come per esempio Rambla de Canaletes, Rambla dels Estudis, ecc. In questo infinito dedalo di vita colorata di vario genere, la città riceve una forza vitale che attrae persone da tutto il mondo.
 È stridente il contrasto che sia quando dall'ambiente vivace e appassionato delle Ramblas, si passa all'atmosfera quieta silenziosa nel quartiere medievale di Barcellona, il Barrio Gotico. Las Ramblas, come si scrive in castigliano, sono lunghe circa 1,2 km, e possono essere divise in zona degradata e non degradata e anche se questo può dipendere dai gusti. Questa distinzione si può facilmente vedere al calar della sera quando la parte più a sud, quella verso il porto vecchio, diviene un quartiere a luci rosse. La grande differenza con altri importanti viali pedonali di altre capitali europee sta nel fatto che le Ramblas sono quasi completamente pedonalizzate.


Essendo situato nel cuore della città questo grande viale e di facile accesso. Ci si può arrivare per esempio attraverso le fermate della metropolitana, quelle di Drassanes e Liceu sulla linea verde e quella di Catalunya sulla linea rossa.
Il divertimento nelle Ramblas non manca mai, circondata com'è da edicole e bancarelle di fiori e uccelli, attori di strada, caffetterie, ristoranti e negozi. La passeggiata e affollata durante il giorno sino a tarda notte. Ci sono decine di ristoranti e negozi di ogni genere su cui avventarsi, tuttavia è difficile fare dei buoni affari, perché, si sa, che i luoghi strettamente turistici, non sono quelli più a buon mercato. Sulla qualità poi dei prodotti offerti, deciderete voi. Anche dal punto di vista gastronomico chi vive a Barcellona sicuramente vi sconsiglierebbe di cenare sulle Ramblas, consigliandovi posti alternativi. Tuttavia chi va a Barcellona per la prima volta ha tutto il diritto di provare l'ebbrezza di sedersi in questo grande viale con un bicchiere di Sangria e rilassarsi a vedere la gente che passa.
Passeggiando per le Ramblas si possono vedere anche numerosi edifici interessanti, come il Palacio de la Virreina, il Mercato della Boqueria e il famoso Teatro Liceu. in una delle strade laterali, a pochi metri da viali si trova Plaza Real, una piazza con palme e edifici con portici che ospitano una moltitudine di pub e ristoranti, e che nei fine settimana ospitano un'interessante mercato per collezionisti di francobolli e di monete.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Visitare Barcellona: informazioni utili

Barcellona è una ricca metropoli bilingue (Catalano e Castigliano) ed è la seconda città in ordine di grandezza della Spagna, rivaleggia con Madrid come capitale intellettuale e del design di tutto il paese. I suoi musei, teatri, gallerie e la sua vita notturna sono considerate di altissima qualità. Questa città ha in molti casi scavalcato Londra nell'immaginario giovanile e sempre più persone la scelgono per viverci dopo averla visitata.
Uno dei posti più indicati per rilassarsi con un buon caffè a Barcellona, sono le Ramblas, strade pedonali nel Barrio Gotico (quartiere Gotico) della città con dozzine di Cafè all'aperto, il Palau de la Generalitat tra i tanti palazzi storici della città e una meravigliosa vicinanza con il lungo mare. Le Ramblas sono famose per gli spettacoli e la musica da strada e per i giocolieri che vi si affollano tutto l'anno. Se amate gli animali, una curiosità, potete acquistare un uccello o un animale di piccola taglia in uno dei tanti negozi presenti.


Barcellona è famosa per le opere architettoniche di Gaudì. Nessuno può perdere una visita alla Sagrada Familia, un capolavoro dell'architettura moderna o al Parc Guëll. Da visitare anche Casa Batlló (sul celebre Passeig de Gracia, n. 43) e la Pedrera (Casa Milà). La prima (vedere la pagina dedicate) è un abitazione ristrutturata da Gaudì ad inizio '900, con il tetto, fatto da mattonelle di maiolica, che sembra il dorso di un drago scintillante, la seconda è un abitazione ristrutturata con il cemento, la maiolica, il ferro, il vetro armato, la pietra (pedrera appunto) nella quale i materiali s'incurvano dando sinuosità alla struttura. Alcuni appartamenti sono privati e sono abitati. Si può visitare il tetto ed un appartamento con mobili d'epoca. Una curiosità, in questa zona si trova anche la Torre Agbar una delle più nuove strutture architettoniche del panorama urbano di Barcellona, presente dal 2005 e simbolo dell'innovazione della città, che attraverso la sua architettura d'avanguardia si proietta verso il futuro, con una sguardo però che tiene conto sempre dei momenti di gloria del passato fotografati dal tempo attraverso gli edifici che fanno da testimoni.
Barcellona è bella e allegra e c'è sempre qualcosa da fare, a qualsiasi ora c'è un posto dove andare. La gente è simpatica e conoscere persone nuove non è un problema. Barcellona è una città per gaudenti. Si mangia quasi ovunque e ci sono tanti bei locali pieni di persone che si vogliono divertire. Posti classici, magari un po' turistici ma comunque buoni come Casa Leopoldo (frequentato da scrittori come Eduardo Mendoza e il recentemente scomparso Manuel Vázquez Montalbán) e posti decisamente più trendy, come il Salsitas, che durante il weekend dopo mezzanotte si trasforma in un club alla moda, o il Bestial, giù alla Marina, subito diventato un ritrovo molto cool. In ogni caso ricordatevi che a Barcellona si cena tardi: alle 20.00 ristoranti sono deserti, cominciano a riempirsi intorno alle 22.00.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

App Samsonite per Iphone

Da qualche giorno Samsonite, la celebre azienda produttrice di borse e zaini da viaggio ha creato un'app per viaggiatori. Le cose interessanti di Travel Miles sono essenzialmente due.


1. è possibile scaricare l'app e usarla come localizzatore durante i propri viaggi così da aggiornare parenti e amici tramite facebook, twitter e linkedin sui propri movimenti, inoltre l'app rileva le miglia di viaggio che accumulate danno sconti da usare nello shop online di Samsonite.


2. altra cosa davvero interessante è la funzionalità che l'applicazione da al viaggiatore. Sì perchè l'app ti indica i pesi e le restrizioni dei bagagli di ogni compagnia aerea, questo è davvero molto comodo.

Leggi tutto...

Metropolitana di New York il mezzo più economico per muoversi

A New York il modo più economico di viaggiare è di sicuro la metropolitana. La subway è usata ogni giorno da milioni di persone è funzionale e comoda e offre passaggi da una parte all'altra della città.

La metrocard è una tessera blu e gialla utilizzabile anche sugli autobus e che si può ricaricare nei distributori appositi di tante stazioni con contanti e carte bancomat. La differenza tra le ricariche c'è, e anche qui per non perdersi è utile fare un po' di distinzioni.

Se credete di usare la metropolitana pay per ride avete diritto a un trasferimento tra autobus e metropolitana o tra due corse differenti dello stesso mezzo. In questo caso ogni corsa costa $ 2 mentre la tessera da $ 20 da diritto a due corse gratuite. Latessera unlimited ride è invece utile per i visitatori che intendo stare in città qualche giorno. Con questa tessera e l'opzione fun pass si spendono solo $ 7 e si ha diritto a una giornata intera di spostamenti, mentre il pass da sette giorni costa $ 24.
La metropolitana di New York è lunga circa 1050 km e fatta da linee riconoscibili danumeri e lettere. Spesso anche i colori sono fondamentali, un esempio: la linea rossa attraversa la città di New York e passano per la medesima tratta ben tre linee, la 1, la 2 e la 3. Anche se non sembrerebbe di nessuna utilità, la differenza è sostanziale, perchè appena poco fuori dal centro di Manhattan le tre linee si dirigono in direzioni molto diverse. Nello specifico poi le linee 2 e 3 fermano solo a Manhattan, la linea 1 ferma in ogni stazione. A New York quindi fate sempre attenzione a dove state andando e in questo caso alla metropolitana state prendendo, alcune linee infatti sono treni express che non si fermeranno facilmente alla vostra fermata. In ogni caso troverete cartine e mappe della metropolitana su ogni vagone e ad ogni fermata.


Leggi tutto...

Crociere low cost in primavera



Un crociera, infatti, permette di rilassarsi grazie alle comodità delle moderne navi delle compagnie ma anche di visitare posti diversi senza necessariamente rimanere fermi diversi giorni sempre nella stessa località.
In questo articolo abbiamo selezionato alcune delle migliori offerte del momento.


Ecco alcune tra le crociere last minutes più convenienti: consultate gli itinerari e preparate le valigie!


- Il 5 Marzo parte la Nave MSC Orchestra che da Santos, va a Salvador de Bahia, a Recife, a Maceio per poi rientrare nel porto di partenza. Il prezzo, che comprende i trasferimenti aerei e il trattamento in pensione completa, è scontato del 10% ed è per 9 giorni e 8 notti 2148 euro a persona.


- Sempre il 5 marzo da Port Louis parte una nave Costa Crociere che fa scalo alle Mauritius,alle Seychelles, in Madagascar e a Reunion al costo di 1,985 euro.
- Il 25 Maggio parte da Kiel la MSC Poesia che arriva a Bergen, a Torshaven, a Akureyri, a Isafjordhur, a Reykiaviavik e Lerwick. Lo sconto è del 28% e per 12 giorni e 11 notti il costo è di 1733 euro a persona.


- Il 23 luglio parte la nave da crociera Russ che vi porta “Lungo Via degli Zar. Pagando 1875 euro a persona potrete visitare San Pietroburgo, Mandroga, Kiji, Iaroslav e Ouglitch.



Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Telefonate disponibili anche su voli Ryanair

Non poteva mancare all'appello delle compagnie aeree sulle quali è possibile telefonare in volo, la Low Cost più grande d'Europa. Grazie ad un'apparecchiatura che elima le interferenze con gli strumenti di bordo, 40 dei 190 velivoli della Ryanair sono già pronti ad offrire ai loro passeggeri telefonate, e-mail ed SMS. Il costo non è low cost, come tutti i servizi accessori (che però pesano sempre di più sul prezzo finale del biglietto, leggi a tal proposito il post sull'introduzione obbligatoria del check-in on-line a pagamento): il prezzo varia a seconda degli operatori scelti ma in generale una chiamata costa tra i 2 e i 3 euro al minuto, un sms 50 centesimi e una mail tra 1 e 2 euro. Entro qualche mese tutti i velivoli della flotta Ryanair saranno dotati dell'opportuna apparecchiatura e quindi potrà usufruire del servizio tutta la clientela.
Leggi tutto...
Category: 0 commenti

Le 5 attrazioni gratuite a Londra (1° Parte)


1. la Cerimonia delle chiavi alla Tower of London: i beefeaters, le guardie della Torre di Londra, ripetono ogni sera dal 1340 - vestiti in uniforme reale che risale ai tempi dei Tudor - il rito della chiusura dei cancelli alle 21:53 in punto! Alle 21:30 gli ospiti vengono prelevati ed alle 22:05 rilasciati all'esterno. La partecipazione è gratuita ma occorre prenotarsi con almeno 2 mesi di anticipo inviando una lettera contenente i francobolli per la risposta!


2. il Cambio della guardia di Buckingham Palace: all'esterno della residenza londinese della Regina si consuma uno dei rituali più fotografati e caratteristici della Gran Bretagna. Le guardie provenienti da James's Palace marciano lungo il Mall dando il cambio alle guardie di Buckingham alle 11:30 (per assistervi meglio recarsi con almeno un'ora di anticipo). In quali giorni? Dipende dal periodo... a febbraio nei giorni dispari (1, 3, 5....) e a marzo in quelli pari (2, 4, 6...) mentre nel periodo estivo generalmente tutti i giorni a meno che non piova! Qui trovate i giorni in cui si svolge la cerimonia con un anticipo di un paio di mesi (Buckingham Palace road; metro: St. James Park, Victoria.



3. Westminster Abbey: l'abbazia di Westminster è il luogo dove avvengono le incoronazioni, le nozze reali e dove i monarchi del Regno Unito vengono sepolti dal XIII secolo... L'edificio medievale, bellissimo, è un miscuglio di stili architettonici e venne costruito per volontà di Edoardo il Confessore tra il 1045 e il 1050. Sono visitabile gratuitamente solo la gigantesca navata (con 31 metri di altezza è la più alta d'Inghilterra) ed i chiostri (in Dean's Yard; metro: St. James Park, Westminster).


4. Queen's Chapel: a pochi passi dal Mall, il viale che da Buckingham Palace porta a Trafalgar Square, si trova la prima chiesa d'Inghilterra in stile classico. Piccola ma elegante, con un soffitto a cassettoni sul modello di una ricostruzione del Palladio di un antico tempio romano, venne terminata di costruire nel 1627 (in Marlborough Road; metro Green Park).

5. il mercato di Portobello: prima di passeggiare tra le bancarelle del mercato di antichità più grande del mondo, vale la pena farsi un giro a Notting Hill, tra le casette eleganti dove tra gli altri ha vissuto lo scrittore George Orwell (in Portobello Road; metro: Notting Hill Gate, Ladbroke Grove).

Leggi tutto...
Category: 0 commenti
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
MS 2011. Powered by Blogger.